Piattaforma BerlinguerLamezia Terme, 30 settembre 2019 - Si è svolta a Lamezia Terme l’assemblea regionale della piattaforma Berlinguer. Il dibattito presieduto da Fabio Racobaldo cofondatore dell’associazione Generazione.com che promuove la piattaforma, è stato introdotto dalla relazione del aindaco di Polistena Michele Tripodi, ispiratore del nuovo progetto politico che coniuga la futura frontiera della democrazia digitale con il bisogno di unità delle varie anime del progressismo comunista e di sinistra che fanno riferimento alla storia dell’antifascismo ed alla Costituzione.

“Tutte quelle forze che oggi si richiamano alla migliore tradizione delle lotte dei lavoratori, alla Resistenza, all’impegno civile a tutela di ambiente e diritti sociali, non ha senso che camminino disunite. Le divisioni creano sfiducia nella gente, è ora di far compiere alla lotta politica un salto di qualità nel segno dell’unità ma anche dell’innovazione nel metodo e nell’organizzazione".E’ auspicabile "una rivoluzione tecnologica in politica che accompagni i contenuti attraverso un ascolto costante del popolo, traducendo i loro bisogni in proposta politica. La piattaforma Berlinguer, l’unica in Italia a funzionare in blockchain, può essere la casa comune che assicura identità, partecipazione, trasparenza. Sinora i governi succedutisi sono stati insufficienti, perché appiattiti alle logiche dei mercati imposte dall’Ue o peggio, per citare Berlinguer, sono stati occupati da bande che non rispondono al popolo ma ai propri interessi. Sentiamo forte l’esigenza di rinnovare le classi dirigenti, creando spazi di confronto, di democrazia, di modernità che solo strumenti come la piattaforma digitale Berlinguer sono in grado di garantire avvicinando le nuove e giovani generazioni alla politica”.Le parole di Michele Tripodi che ha allargato il suo intervento spaziandone i contenuti dalla questione europea ai problemi della Calabria, sono state apprezzate e riprese da tutti coloro che sono intervenuti successivamente con segnali di apertura da parte delle forze politiche presenti tra cui: Pino Greco di Articolo 1, Pino Scarpelli di Rifondazione comunista, Peppe Marra di Potere al Popolo, Fausto Cordiano di Dema, Maurizio Zavaglia per il Comitato 11 giugno, Rita Milito per il Sud che sogna e Franco Iacopino per i Partigiani della Scuola Pubblica.In ciascuno degli interventi si è evidenziata la novità positiva della piattaforma come laboratorio politico di aggregazione, necessario per avviare una nuova stagione di unità in Calabria ed in Italia di tutti coloro, anche esponenti dell’associazionismo, che fanno riferimento a esperienze e ad un impegno comune.Ma si è parlato a lungo di temi come la scuola, la sanità pubblica, l’ambiente, la lotta alla ndrangheta, i diritti umani e le politiche di accoglienza, con condanne unanimi del salvinismo e dei nuovi fascismi che purtroppo, a parere degli intervenuti, si espandono in modo preoccupante in Italia ed in Europa. Tra il pubblico anche l’ex sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza e numerosi iscritti alla piattaforma accorsi da ogni parte della Calabria. La riunione ha infine eletto un coordinamento regionale della piattaforma Berlinguer di nove membri: Michele Tripodi, Fabio Racobaldo, Concetta Nasso, Eugenio Naccarato, Daniela Costabile, Ombretta Melissari, Sonia Rocca, Silvio Primerano, Giulio Iantorno.