Strisce bluLamezia Terme, 15 marzo 2017 - Con un abile quanto ingegnoso stratagemma, una cittadina lametina M.A,. di 54 anni aveva eluso per parecchi giorni nell'ultimo mese, il pagamento della sosta sulle strisce blu. Attraverso un certosino lavoro manuale - è scritto in una nota della Polizia locale - rispristinava sui gratta e sosta la copertura argentata sui giorni per i quali aveva già utilizzato il medesimo grattino.

Grazie alla solerzia degli addetti alle soste blu e all'attività successiva sviluppata dalla Polizia locale lametina, il trucchetto è stato scoperto. Sentita dalla Polizia locale, dopo una timida resistenza,  dinanzi alle inconfutabili prove della falsificazione, la signora non ha potuto far altro che ammettere di aver falsificato il gratta e sosta giornaliero. E' stata così denunciata alla procura della Repubblica per falso e truffa ai danni dell'Ente. E, quesro, conclue la nota del Comando di Polizia locale, non è il primo caso che si verifica in centro cittadino.