Vigili urbani di spalle2Lamezia Terme, 24 Marzo 2017 - La Polizia locale di Lamezia Terme, guidata dal comandante Salvatore Zucco, nell'ambito degli ordinari servizi di viabilità presso la sede aeroportuale, ha scoperto e denunciato un cittadino di Oppido Mamertina, nel Reggino, C.A. di 67 anni che utilizzava sulla sua autovettura - un coupè di grossa cilindrata - un contrassegno disabili alterato per parcare il suo veicolo su uno degli stalli riservati ai diversamente abili.

Dopo varie attività di riscontro, poste in essere anche grazie alla collaborazione del Comando di Polizia locale di Oppido Mamertina, il permesso taroccato è stato sequestrato e il possessore è stato denunciato per truffa e falso alla procura lametina. Il contrassegno era stato rilasciato alla di lui madre, con scadenza di legge nell'anno 2013. Con un abile tocco di biro, il 2013 era stato trasformato in 2018, ma la circostanza non è sfuggita agli operatori in servizio presso l'aeroporto cittadino, che notando la possibile alterazione hanno avviato ogni ulteriore seguito d'indagine per cristallizzare l'eventuale falsificazione. Nel frattempo, e precisamente nel 2012, la madre del professionista era deceduta. C.A., già primario di ostetricia e ginecologia presso un ospedale del Reggino, si recava spessissimo in Roma, ove presumibilmente presta attualmente attività lavorativa, parcheggiando il suo veicolo, in aeroporto  su uno stallo riservato ai disabili ed esibendo un contrassegno evidentemente alterato. Fino al 22.3.2017.