Castello normanno LameziaLamezia Terme, 25 marzo 2017 - "Quando si dice che dare le perle ai porci è un peccato si addice in maniera perfetta allo stato di totale abbandono in cui versa il castello Normanno-Svevo di Lamezia Terme". Così, Giuseppe Gigliotti, presidente Italia Nostra Lamezia Terme.

"Soldi, tanti soldi spesi per nulla. Soldi anche dell'Unione europea per ritrovarsi un gioiello storico depreziato abbandonato arricchito di erbacce e lasciato in stato comatoso.È arrugginito persino il lucchetto che simboleggia la perdurante chiusura.  Siccome sono stati spesi soldi che sono di tutti i cittadini per rendere il Castello così infelice e triste, versando lacrime di tristezza ma anche di rabbia e protesta verso una classe dirigente ignorante ed incapace ,riteniamo giusto rivolgerci alla Magistratura per verificare se ci sono le condizioni per chiedere i danni di questo misfatto. È deprimente essere costretti a ricorrere a poteri diversi dalla politica quando per troppo tempo essa rimane sorda e cieca. Abbiamo nelle settimane scorse denunciato l'opera delittuosa perpetrata su quelle che erano le porte di ingresso di Nicastro (Lamezia est). Anche su questo - conclude Gigliotti - primeggia il silenzio.  Intendiamo andare fino in fondo per tutelare la storia la bellezza l'identità della nostra amata città".