Aeroporto Lamezia parcheggioLamezia Terme, 11 aprile 2017 - Una complessa operazione della polizia giudiziaria della Guardia di finanza di Lamezia Terme e della polizia di frontiera sta interessando i vertici della Sacal, la Società che gestisce l'aeroporto internazionale di Lamezia Terme.

I reati per i quali si procede a vario titolo vanno dalla corruzione al peculato dal falso all'abuso d’ufficio e varie forme di concussione. Secondo le prime indiscrezioni, ai domiciliari sono finiti il presidente della Sacal, Massimo Colosimo e il direttore generale, Pierluigi Mancuso, e poi Ester Michienzi, responsabile uffico legale. L'ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal Gip su richiesta della procura della Repubblica di Lamezia. I dettagli sugli arresti effettuati e sulle altre misure adottate, che riguardano oltre ai vertici della Sacal, anche persone di uffici pubblici e dell’imprenditoria locale, saranno forniti in un’apposita conferenza stampa, che si terrà presso l’ufficio del procuratore della Repubblica di Lamezia Terme, Salvatore Curcio.  Secondo quanto dichiarato dal procuratore, Curcio al centro dell'indagine le pressioni dei politici locali per assumere parenti e amici con il progetto “Garanzia Giovani” finanziato con fondi pubblici, regionali ed europei. Stando sempre a quento dichiarato in conferezna stampa, gli assunti sarebbero stati amici e parenti degli indagati. E poi ancora, decine di migliaia di euro spesi in consulenze “fantasma” e selezioni di personale “artefatte” per incarichi interni vari. Nel mirino della magistratura inquirente anche spese per viaggi e soggiorni.  Chieste misure interdittive per i componenti del Cda e pubblici ufficiali legati alla società. La Procura della Repubblica di Lamezia Terme ha chiesto inoltre al Gip l'applicazione di misure interdittive nei confronti dei 12 componenti del Consiglio d'amministrazione della Sacal.

Gli indagati

Massimo Colosimo 52 anni di Catanzaro;
Ester Michienzi 46 anni di Catanzaro;
Pierluigi Mancuso 61 anni di Catanzaro;
Sabrina Mileto 47 anni di Pizzo;
Angela Astorino 59 anni di San Pietro a Maida;
Luigi Silipo 64 anni di Catanzaro;
Giuseppe Gatto 57 anni di Catanzaro;
Floriano Noto 59 anni di Catanzaro;
Giuseppe Vincenzo Mancuso 44 anni di Lamezia Terme;
Vincenzo Bruno 58 anni di Vallefiorita;
Giuseppe Mancini 65 anni di Catanzaro;
Floriano Siniscalco 47 anni di Girifalco;
Emanuele Ionà 39 anni di Lamezia Terme;
Francesco Buffone 50 anni di Lamezia Terme;
Bruno Vincenzo Scalzo 49 anni di Conflenti;
Gianpaolo Bevilacqua 49 anni di Lamezia Terme;
Roberto Mignucci 62 anni di Roma;
Marcello Mendicino 54 anni di Falerna;
Pasquale Clericò 67 anni di Montepaone;
Ferdinando Saracco 52 anni di Catanzaro;
Pasquale Torquato, 59 anni di San Mango D’Aquino