Comune Consiglio nuova sala100Lamezia Terme, 30 Agosto 2017 - Riceviamo e pubblichiamo. Ancora una volta questa mattina abbiamo assistito in commissione all'ennesimo teatrino di questa maggioranza che, a causa delle sue lotte intestine, arriva a mettere a rischio progetti di sviluppo per la città.

Domani il Consiglio comunale sarà chiamato a votare la delibera con cui la giunta comunale ha proposto di concedere in diritto di superficie per trent'anni alla Compagnia Arcieri Lametini - Fitarco un'area all'interno del parco XXV Aprile per la realizzazione di un grande centro federale di addestramento e formazione per la pratica del Tiro con l'arco, progetto per il quale l'associazione ha ottenuto un importante finanziamento dal governo nazionale nell'ambito del Piano Sport e Periferie. La pratica che andremo a votare è un atto fondamentale per consentire all'associazione di sfruttare il finanziamento di circa 700mila euro e realizzare un impianto sportivo che, per le sue caratteristiche e le sue funzionalità, potrà avere una rilevanza a livello regionale e nazionale per tutti gli appassionati e i professionisti del tiro con l'arco. La prima struttura in Calabria attrezzata anche per la pratica del tiro con l'arco da parte delle persone con disabilità. Una vera occasione di crescita per la nostra città. Nemmeno di fronte a finanziamenti nazionali, che possono rappresentare occasioni di sviluppo per il nostro territorio,che anche noi dalla minoranza sosteniamo con spirito costruttivo e senso di responsabilità, questa maggioranza riesce a trovare la quadra.
Questa mattina, dopo che nei giorni scorsi alcuni consiglieri di maggioranza avevano già tentato di rallentare l'esame della pratica, con scontri aperti e toni alti in commissione tra il sindaco e alcuni consiglieri della sua maggioranza, il presidente della V commissione Luigi Muraca, in barba al regolamento e in spregio ai più elementari principi democratici, ha fatto saltare l'ordine dei lavori: ha messo da parte la richiesta fatta da tutti i consiglieri del centrosinistra di votare subito la pratica, presentata per prima, e ha messo ai voti la sua proposta, presentata successivamente alla nostra, per sospendere l'esame della pratica per ulteriori approfondimenti. Di fronte al comportamento esecrabile di una maggioranza che viola puntualmente i regolamenti e fa uso delle istituzioni a proprio uso e consumo, tutti i consiglieri del centrosinistra siamo usciti dall'aula. Apprezziamo invece il comportamento della consigliera Caruso che, d'accordo con la nostra proposta di votare la pratica, ha abbandonato i lavori dopo la forzatura di mano del presidente di commissione. Tra l'altro, in modo assi poco velato, è stato fatto intendere da alcuni consiglieri che dietro le resistenze nei confronti del progetto vi siano motivazioni di natura politica legate al presidente dell'associazione sportiva. Non si può tollerare questa totale assenza di responsabilità. Per ripicche politiche e beghe della maggioranza non possiamo mettere a rischio finanziamenti nazionali. Come consiglieri del centrosinistra daremo battaglia perché questo progetto vada in porto prima possibile e tutta la città possa godere di un importante progetto sportivo. La città non può restare appesa ai litigi di una maggioranza ormai al capolinea.


Nicola Mastroianni, consigliere comunale Pd
Rosario Piccioni, consigliere comunale “Lamezia Insieme”
Aquila Villella, consigliere comunale “Città reattiva”