Parcometro2Lamezia Terme, 22 marzo 2019 - Con decorrenza da lunedì prossimo, 25 marzo,sarà attivo, sul territorio di Lamezia Terme, il nuovo servizio di sosta a pagamento a seguito dell’aggiudicazione del bando di gara alla Sis, Segnaletica industriale stradale Srl (www.sispark.it), società leader in Italia nella gestione di parcheggi auto a raso che vanta un'esperienza ormai più che ventennale e che opera in numerose città italiane (110) direttamente, o collaborando con i più importanti operatori del settore, con un installato complessivo di oltre 4.000 parcometri e con la gestione di oltre 75.000 posti auto.

La novità di maggior rilievo è rappresentata dalla innovative tecnologie di pagamento della sosta. Dall'utilizzo dei  vetusti gratta e sosta, si passerà all'uso di parcometri elettronici di ultima generazione che oltre al pagamento in monete,  consentiranno il saldo senza commissioni, mediante bancomat e carta di credito dei maggiori circuiti bancari. Sarà, inoltre, attiva anche la App Whoosh, scaricabile dallo store di riferimento del sistema operativo in uso (Apple, Android e Windows Phone) che consentirà di pagare la sosta attraverso l’utilizzo del proprio smartphone. Entro pochi giorni sarà anche attivo il front-office della Sis Srl, in via Tagliamento, 13, presso il quale sarà possibile rivolgersi per avere ogni tipo di informazioni, presentare reclami o segnalazioni di eventuali disservizi oParcometro cartello sottoscrivere gli abbonamenti mensili per le aree di sosta a pagamento. Il controllo della sosta sarà svolto da otto ausiliari del traffico, già soci della cooperativa Par.Gest., che sono stati riassunti dal nuovo concessionario in virtù della clausola di salvaguardia sociale prevista dal bando di gara.Anche l'attività degli ausiliari del traffico sarà interessata da importi innovazioni tecnologiche. Nelle operazioni di controllo, gli operatori, saranno supportati dall’utilizzo di palmari di ultimissima generazione che consentiranno il monitoraggio, in tempo reale, della validità di abbonamenti e pagamenti con smartphone. I "devices" in uso consentiranno altresì, sempre in tempo reale,la trasmissione delle infrazioni accertate al sistema informatico della Polizia locale, deputata alla gestione del procedimento sanzionatorio previsto dal Codice della strada. Gli ausiliari del traffico, nell'esercizio delle proprie funzioni, rivestono la qualifica di pubblici ufficiali.