Conflenti Lamezia Orme dei padriLamezia Terme, 9 settembre 2019 - Centotrenta pellegrini in cammino dalla Cattedrale di Lamezia Terme a Conflenti nella quarta edizione di “Sulle orme dei padri” che si è svolta ieri domenica 8 settembre. 

Rilanciato quattro anni fa dal rettore del santuario diocesano don Adamo Castagnaro e da un gruppo di giovani volontari, il cammino ha avuto inizio alle 7 con la celebrazione della Santa Messa in Cattedrale presieduta da don Adamo. Subito dopo i centotrenta pellegrini del cammino di quest’anno si sono diretti alla volta di Conflenti percorrendo le strade che dalle colline di Lamezia portano a Platania, località Sambate e poi in località “Spernuzzata” dove ci si è ristorati bevendo l’acqua fresca che sgorga in quel luogo. Quindi il cammino è ripreso alla volta della Querciuola, luogo dell’apparizione della Vergine Maria al pastorello Lorenzo Folino, si è vissuto un momento di preghiera. Tappa al monastero delle Clarisse, dove i pellegrini sono stati accolti dalle suore che hanno raccontato come si svolge la loro vita quotidiana, la loro preghiera costante per quanti si rivolgono a loro, per la diocesi lametina e per tutta l’umanità. Dal monastero, percorrendo un sentiero dove un tempo vi era un antico mulino e attraversando un ponticello caro alla memoria dei conflentesi, il gruppo dei pellegrini è giunto nel cuore del comune di Conflenti, accolto con entusiasmo dagli abitanti. Dopo un momento conclusivo di preghiera al Santuario diocesano, il cammino è terminato con l’àgape fraterna, il pranzo sul piazzale preparato dai volontari del santuario. Ai pellegrini è giunto il saluto del vescovo monsignor Giuseppe Schillaci, che ha incoraggiato l’iniziativa e invitato a pregare per lui e il suo ministero.