Polizia frontieraLamezia Terme, 18 ottobre 2019 -  Un portafogli dimenticato da un distratto cittadino in una vaschetta durante i controlli di sicurezza nell’aeroporto di Milano Malpensa deve essere apparso a N. S., di 37 anni originario del vibonese, come un’opportunità troppo ghiotta da perdere e, infatti, se ne è impossessato nascondendolo nel proprio zainetto con estrema naturalezza. Un colpo facile facile!

L’autore del furto non aveva però fatto i conti con gli agenti della Polizia di frontiera dello scalo milanese, i quali, dopo aver ricevuto la denuncia di furto da parte della vittima, sono riusciti ad immortalare la scena attraverso il sistema di videosorveglianza e ad accertare che il soggetto si era imbarcato sul volo Ryanair FR5460 diretto a Lamezia Terme. Investiti della notizia e ricevute le immagini ritraenti il soggetto, gli operatori della Squadra di Polizia giudiziaria della Polaria di Lamezia Terme si sono attivati al fine di individuarlo e procedere nei suoi confronti con le formalità di rito. Atterrato a Lamezia, non appena sceso dalla scaletta del velivolo, N. S. ha trovato gli Agenti della Polaria ad attenderlo, i quali, dopo averlo identificato, lo hanno accompagnato nei loro uffici per accertare i fatti. Da una perquisizione effettuata a carico dell’uomo è stato rinvenuto, all’interno di uno zainetto, il portafogli e il denaro in esso contenuto rubati a Malpensa. La refurtiva è stata posta sotto sequestro per essere riconsegnata al legittimo proprietario. L’autore del delitto, invece, dovrà rispondere davanti al Tribunale territorialmente competente di Busto Arsizio  dell’accusa di furto aggravato.Un’altra attività di polizia giudiziaria e di contrasto ai fenomeni delinquenziali messa a segno dagli operatori dell’Ufficio di Polizia di frontiera, diretto dal Commissario Capo Concetta Amendola, che assicura il quotidiano impegno nel garantire la vigilanza, l’ordine e la sicurezza pubblica in uno dei più importanti aeroporti del Mezzogiorno.