Guarascio tavolo su MultiserviziLamezia Terme, 4 novembre 2019 - “La Multiservizi è un fiore all'occhiello di questa città e serve un piano industriale adeguato che possa rilanciarla per come meritano i lavoratori e una società dalle grandi potenzialità. Se occorre, si può anche pensare ad un azionariato popolare con i cittadini che diventano protagonisti, così da responsabilizzarsi come succede in altre parti d'Italia. Non voglio entrare nelle polemiche, io credo che per i servizi che eroga, bisogna trasformare questa società in un’opportunità, e non in un peso, perché purtroppo tanti crediti vantati sono inesigibili. Rispettando questa fase di concordato preventivo, la Multiservizi deve investire. Non è possibile che questo non sia accaduto fino ad oggi. Il maggiore azionista, che è il Comune, deve dare delle linee guida. Solo così si può rilanciare. Bisogna poi avviare un piano anche per la ricerca innovativa, per inquinare di meno, con mezzi come bus elettrici, e procedere con una politica di investimenti che consenta di stare sul mercato. Noi abbiamo ben chiaro come si potrà procedere: vogliamo mantenere e consolidare i livelli occupazionali, dialogare con i sindacati e con loro confrontarci. Insomma se - come si spera - guideremo il Comune, la Multiservizi dovrà diventare un modello di efficienza e ritornare alla normalità”.

È quanto ha affermato il candidato a sindaco Eugenio Guarascio in occasione dell’incontro pubblico svoltosi presso il punto d'incontro dell'isola pedonale di corso Nicotera, dal titolo “Multiservizi Lamezia, la necessità del rilancio dei servizi pubblici locali”.Un confronto seguito da una platea numerosa composta da lavoratori della Multiservizi, esponenti sindacali, cittadini, e candidati al Consiglio comunale delle liste che sostengono Guarascio (Pd e Lista Guarascio Sindaco). Un dibattito a più voci con molti interventi, tra i quali quelli di Claudio Cavaliere (Lista Guarascio Sindaco) che non ha esitato ha stigmatizzare la “gestione deficitaria della Mulstiservizi sotto l'Amministrazione Mascaro. Abbiamo l’obbligo di rilanciare questa società e il nostro candidato a sindaco offre le migliori garanzie”. Quindi l'intervento di Lucia Cittadino (Lista Guarascio Sindaco), certa “che con Guarascio sindaco la società Multiservizi non potrà che essere risanata e rilanciata”. E poi la testimonianza di un lavoratore (Angelo Viterbo) che ha messo in risalto il “ruolo importante della stessa e i sacrifici dei lavoratori”, preoccupati comunque per via del concordato ma che - ha auspicato - “con Guarascio sindaco potrà certamente rilanciarsi”. Per Gianni Arena e Pd, la “società che ha 25 anni è un patrimonio della città. Servono comunque investimenti e bisogna allargare le attività anche ad altri servizi”. Tonino Scalese della Cgil ha manifestato “la preoccupazione dei lavoratori”, rimandando a dopo le elezioni “il confronto con il prossimo sindaco che sarà eletto”. Gioacchino Tavella del Pd ha ricordato le fasi della nascita di una società che “oggi ha bisogno di una gestione manageriale e per questo ha bisogno di affidarsi a chi ha competenze. E Guarascio sindaco, da questo punto di vista, offre le migliori garanzie perché lui punta tutto sulle competenze e la meritocrazia”. Infine, Vittorio Paola (candidato Pd), per il quale “il Concordato traccia una linea col passato, ora bisogna guardare avanti”.