Tribunale Lam 100Lamezia Terme, 11 dicembre 2019 - Il Tribunale di Lamezia Terme ha assolto Luigi De Sarro "per insussistenza del fatto". La vicenda trae origine da un'inchiesta relativa ad una presunta compravendita di voti in favore del figlio in occasione delle elezioni comunali del 2015. Francesco De Sarro, poi, raccolse 934 voti, diventando successivamente presidente del Consiglio comunale. 

Secondo le indagini, il medico avrebbe pagato per trovare i voti al figlio. Il giudice di Lamezia però non crede a questa versione e ribalta l'accusa, assolvendo De Sarro con formula piena. “Viene così ripristinata - affermano i legali Salvatore Staiano e Stefania Buffone - la dignità del dottore Luigi De Sarro che in questi anni è stato ingiustamente protagonista di una vicenda giudiziaria che ha fatto discutere tutta la comunità lametina”.

Forza Italia: riconosciuta serietà, trasparenza e rettitudine morale della famiglia De Sarro

“L’assoluzione per insussistenza del fatto del dottore Luigi De Sarro, testimonia, in maniera inequivocabile la serietà, trasparenza e rettitudine morale di una famiglia conosciuta e apprezzata da tutta comunità lametina”. E’ quanto si legge in una nota del direttivo di Forza Italia Lamezia. “Non nutrivamo alcun dubbio – aggiungono – sull’epilogo positivo di questa vicenda che restituisce dignità e serenità al dottore Luigi De Sarro, stimato professionista lametino, e al figlio Francesco, che ha saputo mettersi da parte, pur consapevole che la sua famiglia era vittima di un’ingiustizia, non candidandosi al consiglio comunale di Lamezia Terme”. “Chi ha cercato strumentalmente ed in maniera indecorosa di arginare il percorso politico di Francesco De Sarro - sottolineano da Forza Italia - dovrà ricredersi, prendere atto della sentenza e incassare la lezione di stile e di vita data dal giovane vicecoordinatore di Forza Italia della Provincia di Catanzaro in questo periodo difficile vissuto dalla sua famiglia. Siamo certi - concludono da Forza Italia - che l’impegno politico e sociale di Francesco De Sarro rimarrà immutato ed il vicecoordinatore provinciale non lesinerà le sue energie alla crescita e alla difesa della comunità lametina e calabrese”.