Treno verde LegambienteLamezia Terme, 16 febbraio 2020 - Edizione 2020 del Treno Verde che riparte da Lamezia Terme. Si tratta della storica campagna itinerante promossa da Legambiente e dal Gruppo Fs italiane, con il patrocinio del ministero dell’Ambiente.

Il convoglio ambientalista - il cui viaggio è reso possibile anche grazie ai partner sostenitori AzzeroCO2 e Ricrea (Consorzio nazionale riciclo e recupero imballaggi acciaio), e i partner Ecowell, Formaperta, Zeropac, Italia Zuccheri, con il media partner La Nuova Ecologia - sarà in sosta domani e martedì al binario 1 della stazione centrale di Lamezia Terme. Le 4 carrozze espositive saranno, come sempre, aperte la mattina per le scuole prenotate mentre dalle 16 alle 18.30 l’ingresso è libero. Un’edizione quella del 2020 che avrà come tema portante la sfida Change Climate Change: raccontare le cause e gli effetti della crisi climatica, ma soprattutto raccontare come sia possibile cambiare il cambiamento climatico a partire dalle buone pratiche avviate sui territori.

Il programma

Domani alle 11,00 a bordo verrà inaugurata la tappa calabrese. Al taglio del nastro parteciperanno attivisti ed esponenti di Legambiente, delle istituzioni locali, di Arpacal, Isac, Cnr Calabria e Cia Calabria.Spazio al workshop “La #Rievoluzione  Energetica: il futuro è rinnovabile!”, a cura di Katiuscia Eroe, responsabile Energia di Legambiente.

Martedì mattina alòle 9,30 sarà protagonista il flash mob “Fermiamo la Febbre del Pianeta”. L’appuntamento davanti alla stazione centrale. Alle 11,30 si tornerà a bordo del convoglio ambientalista, per la conferenza stampa di  presentazione del bollettino climatico dedicato alla città di Lamezia Terme e per la  consegna del premio “Nemico del clima”. All’incontro con i giornalisti parteciperanno la portavoce del Treno Verde Katiuscia Eroe, la direttrice di Legambiente Calabria 
Caterina Cristofaro, il sindaco della città Paolo Mascaro e l’assessore comunale all’ambiente Franco Dattilo.La chiusura della tappa calabrese sarà affidata, alle 16:30, allo street artist Antonio Saladino, che realizzerà su tela un’opera con colori acrilici sul tema dei cambiamenti climatici.