Comune nuovo scatolettaLamezia Terme, 31 maggio 2020 - "Con nota del 26.02.2020 la scrivente Organizzazione sindacale, ha fornito appropriata e dettagliata documentazione, oltre a specifico parere dell’Aran, che ricordiamo è l’Agenzia per la Rappresentanza negoziale delle Pubbliche amministrazioni, in merito alle previsioni connesse all'art. 24 c.2 (festivi infrasettimanali) del Ccnl Enti locali".

E' quanto afferma il segretario provinciale, del Sindacato unitario lavoratori Polizia municipale e locale Diccap-Sulpl, Michele Ugo Caruso, in una lettera inviata al sindaco di Lamezia, Mascaro, all'assessore Bevilacqua, al segretario comunale, Pupo, alla dirigente del Ufficio personale, Aiello e al vicecomandante della Polizia locale, Rubino. "Eravamo fiduciosi che la nuova compagine politica - prosegue Caruso - con la successiva nomina del Segretario generale, che ricopre il ruolo di dirigente del Settore vigilanza e sicurezza urbana, avrebbe apprezzato il contributo e la proposta su un istituto che risulta funzionale al raggiungimento degli obiettivi di programma dell’amministrazione. Invece, registriamo una totale indifferenza oltre a un’assenza di un costruttivo dialogo tra le parti, che denota una inspiegabile distanza nelle relazioni sindacali, che paradossalmente alimenta i conflitti e si trincera in un preoccupante silenzio assordante.

Il Diccap-Sulpl, a distanza di 3 mesi dalla comunicazione in epigrafe citata, prende atto di tale comportamento, sollecita l’applicazione di quanto rappresentato, ed esprime una formale protesta per il disinteresse rilevato e per l’evidente violazione ai principi basilari di corrette relazioni sindacali, che evidentemente i destinatari in indirizzo non intendono considerare. Con riserva di ogni utile azione e prerogativa, si resta in attesa di riscontro nei modi e nei termini previsti dalla vigente normativa, inviando distinti saluti".