Commissariato Lamezia2Lamezia Terme, 11 settembre 2020 - Agenti della Polizia di Stato del commissariato di Lamezia Terme, durante un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati, fermavano un’autovettura con a bordo due individui.

Durante il controllo, attraverso la consultazione delle banche dati, emergeva che il passeggero, con precedenti di polizia in materia di stupefacenti e violazione in materia di armi ed esplosivi, era, in atto, sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora in Roma e dell’obbligo della presentazione quotidiana dalle 17,00 alle 19,00 presso un commissariato della capitale. Nella circostanza il soggetto, un 58enne romano, adduceva di essersi allontanato dal domicilio, per svagarsi e trascorrere un periodo di vacanza, presso una struttura ricettiva di Falerna.

Essendo privo di qualsiasi autorizzazione, l’uomo veniva deferito dal commissariato di Lamezia Terme all’Autorità giudiziaria per la violazione degli obblighi impostigli. A seguito di tale segnalazione il Gip del Tribunale di Roma, su richiesta del Pm, ha emesso l’ordinanza di aggravamento della misura cautelare con l’irrogazione degli arresti domiciliari, misura che veniva eseguita nella giornata di ieri.