Mazzei_RaffaelepdlLamezia Terme, 6 aprile 2011 -  “Esprimo un personale soddisfazione per la pregevole iniziativa Istituzionale relativa all’Interpellanza proposta stamane dall’onorevole Ida D’Ippolito e del Capogruppo Pdl alla Camera On. Fabrizio Cicchitto, presentata con somma urgenza all’attenzione del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e al ministro dell’Interno, Roberto Maroni circa la grave emergenza Rom della che coinvolge la nostra città. Rappresenta un’ennesima dimostrazione del legame alla nostra città ed ai suoi problemi dei vertici nazionali PDL.”  Così, Raffaele Mazzei, capogruppo Pdl in Consiglio comunale. “Con ciò - prosegue - si è messo al corrente il Governo Nazionale della grave emergenza in cui vivono i cittadini Rom che, per effetto del Decreto emesso dal Pubblico Ministero Dott. Galletta, su impulso del Procuratore della Repubblica dott. Vitello, ha disposto il sequestro del suddetto Campo Rom di Loc. Scordovillo, dove vivono circa 600 famiglie, e che entro 30 gg. Saranno costrette a  lasciare il campo. L’On. D’Ippolito ed l’On. Cicchitto a monte del suddetto provvedimento, denunciano una vera e propria emergenza igienico – sanitaria quanto sociale, frutto dei ritardi con cui si è cercato di provvedere a risolvere il problema, sviluppando così un crescente tasso di criminalità  all’interno del suddetto Campo Rom, difficoltà già dichiarate nella seduta di Consiglio Comunale del 4 Aprile 2011 dove si chiede al Governo Nazionale che venga dichiarato lo stato d’emergenza Rom di Loc. Scordovillo con la nomina di un Commissario ad hoc che abbia poteri Straordinari riconosciuto nella figura del prefetto di Catanzaro dott. Reppucci, uomo dello stato, che prendendo  parte alla suddetta seduta di Consiglio vomunale, dimostrando grande sensibilità nei confronti della nostra città, ha espresso grande preoccupazione in merito alla situazione Rom  esortando al senso di responsabilità la politica tutta, lontano da argomentazioni politiche ed idealistiche, ribadendo a gran voce che i Rom sono cittadini di Lamezia Terme e come tutti, devono godere degli stessi diritti e doveri, scuotendo così le coscienze della Politica per giungere ad una soluzione dignitosa per questa popolazione appartenente alla nostra città. Il campo ROM rappresenta il fallimento della politica per le attuali condizioni di vita dei ROM che, come ha affermato anche Don Giacomo Panizza, sono lesive della  dignità umana ed indegne d una società civile sia per il degrado igienico – sanitario che sociale, nel quale sono costretti a vivere. Apprezzabile è la disponibilità offerta dal Procuratore della Repubblica dott. Vitello a prorogare oltre il termine entro il quale smantellare il Campo Rom di Scordovillo in presenza di Atti Amministrativi concreti che vadano nella direzione di soluzioni definitive e non più provvisorie. La politica in questa emergenza, svolge un ruolo di primissimo piano in quanto l’emergenza Romk, rappresenta un problema non solo abitativo ma soprattutto sociale, lavorativo ed educativo sulla quale discutere con serietà e con grande senso di responsabilità, improntato sulla reale concretizzazione per una risoluzione tempestiva del problema Rom. L’auspicio è che iniziativa dell’On. D’Ippolito e del Capogruppo Pdl, Cicchitto, sortisca gli effetti politici sperati a dimostrazione che il Governo Berlusconi è molto vicino alla nostra città”.