Mercoledì, 12 Agosto 2020

Gianfranco_Jannuzzo_fotinoLamezia Terme, 18 febbraio  2011 - Ottavo appuntamento con la Stagione di Prosa 2010.2011 al teatro Politeama di Lamezia Terme. Martedì 22 e mercoledì 23 febbraio 2011 andrà in scena lo spettacolo Girgenti amore mio… con Gianfranco Jannuzzo, regia di Pino Quartullo. Girgenti, l’odierna Agrigento, è la città natale di Gianfranco Jannuzzo, classe 1954, uno degli interpreti più prestigiosi del panorama teatrale italiano. L'attore siciliano, dopo la parentesi di Liolà e de Il divo Garry, torna al One Man Show, e lo fa con una dichiarazione d'amore alla sua terra. Lo spettacolo scritto da Jannuzzo e da Angelo Callipo è il tentativo sincero e appassionato di dialogare con le proprie radici e, così facendo, restituirle agli altri. Infatti, come afferma lo stesso attore: “Girgenti amore mio…” può diventare “Milano amore mio…” o “Genova amore mio…” o mille altri luoghi. Perché le emozioni non hanno targhe di appartenenza, i problemi che ci affliggono non sono cittadini di una sola città, i personaggi che ci fanno ridere non hanno casa solo nelle città degli altri. Uno spettacolo che saprà parlare al cuore di tutti e in cui la vis comica del protagonista si dipanerà lungo un percorso recitativo intessuto di memorie, ricordi, aneddoti, emozioni che aiuteranno gli spettatori a riappropriarsi della loro identità riconoscendo il senso di appartenenza alla propria terra.

Duo_Disecheis_PesaroLamezia Terme, 12 febbraio 2011- Domani, domenica 13 febbraio 2011 organizzato da Ama Calabria avrà luogo alle ore 18,30 presso il teatro Umberto un concerto del Duo Disecheis che inaugura la stagione musicale 2011. Riprende così, dopo una pausa durata diversi mesi l’attività concertistica in città “interrottasi – secondo quanto reso noto da Ama Calabria - a causa delle incertezze del momento dovute da un lato alle riduzioni di trasferimenti statali agli Enti locali e dall’altro al cambio d’indirizzo della politica culturale del Comune di Lamezia Terme che, come più volte dichiarato, si pone in discontinuità con il passato. Questo nuovo indirizzo sta comportando, al momento, un impoverimento dell’offerta culturale in città ed Ama Calabria, forte del consenso del pubblico e dei risultati conseguiti nel corso di una ininterrotta attività più che trentennale, intende fare la sua parte riprendendo, pur fra mille difficoltà, l’attività concertistica. Affida questa premieré 2011 al duo costituito dal sassofonista David Brutti e dal pianista Filippo Farinelli che, costituito il Duo Disecheis, hanno vinto numerosi concorsi nazionali di esecuzione musicale tra cui quello prestigiosissimo intitolato al compositore calabrese Francesco Cilea di Palmi. Una scelta dunque che guarda al futuro, che punta sul talento dei giovani, che intende proporre un programma assolutamente innovativo e che presenta anche la composizione di un giovane ma già apprezzato autore calabrese il Maestro Domenico Giannetta. Un felice mix dunque di messaggi culturali che vogliono rappresentare la capacità d’innovazione e di prospettiva da sempre caratteristiche della programmazione Ama Calabria. Dopo aver compiuto gli studi rispettivamente ai Conservatori di Pesaro e Bordeaux e al Conservatorio di Perugia, conseguendo entrambi il massimo dei voti e la lode Davidi Brutti e Filippo Farinelli si sono perfezionati con il Duo Pepicelli e con Pier Narciso Masi presso l’Accademia Pianistica Internazionale di Imola conseguendo il Diploma Triennale Master. Hanno seguito inoltre i corsi tenuti da Federico Mondelci presso “Internationalen Oleg Kagan Musikfestes” (Kreuth-Monaco) e presso l’Estate Musicale a Portogruaro (Venezia). Oltre al Cilea sono risultati vincitori assoluti del III Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale F.Feroci – Città di San Giovanni Valdarno e del VII Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale C.G.da Venosa – Città di Potenza (oltre a vari concorsi nazionali come MusicAtri - Atri, Nuovi Orizzonti – Arezzo, città di Magliano Sabina, Dino Caravita – Fusignano e Rospigliosi - Lamporecchio). Hanno inoltre ottenuto il II premio al XI Concorso Internazionale Riviera del Conero – Città di Ancona e al XVIII Concorso Internazionale Provincia di Caltanissetta e un prestigioso III premio al XXI Concorso Internazionale Città di Trapani. Per la musica contemporanea sono recentemente risultati vincitori del VIII Premio Città di Roma, organizzato dalla Siae e dall’Imaie, ed hanno ottenuto un importante II premio al Gaudeamus Interpreters Competition 2007 di Amsterdam, una delle maggiori competizioni per l’esecuzione di musica contemporanea.  Il Duo Disecheis ha collaborato con diversi compositori tra cui Paolo Baioni, Stefano Bulfon, Fabio Cifariello-Ciardi, Marco Momi, Stefano Trevisi, Marco Marinoni, Dimitri Nicolau, Christina Athinodorou, Mauro Porro ed è stato invitato da Guido Barbieri a tenere un concerto in diretta nella trasmissione radiofonica “RadioTreSuite” dedicato alla letteratura contemporanea per sassofono basso. Il Duo ha inoltre effettuato la prima registrazione assoluta delle 9 histoirettes di Jean Françaix per voce di baritono, sax tenore e piano (CD Maxresearch DL018). Nell’arco della loro attività si sono esibiti in alcune fra le più prestigiose sale italiane ed europee ed hanno effettuato registrazioni per Materiali Sonori (Con-Di-Vergenze), RaiRadioTre e per Max Research (Cracks). Hanno inoltre inciso un Cd in trio con il clarinettista Guido Arbonelli di prossima pubblicazione per l’etichetta Domanimusica.  Il programma che presentano a Lamezia Terme comprende opere per sassofono e pianoforte in prima esecuzione assoluta per Lamezia Terme di grandi compositori contemporanei come Charles Koechlin, Edison Denisov, John Williams, Domenico Giannetta e Graham Fitkin. Per info rivolgersi allo 0968 24580”.

Cosenza_Tango_Festival_fotinoCosenza, 11 febbraio 2011 - Nato dalla volontà del ballerino e maestro cosentino Ciccio Aiello di creare in Calabria un evento internazionale di elevata qualità artistica, il Cosenza Tango Festival giunge quest’anno alla terza edizione. La manifestazione, patrocinata dalla Provincia di Cosenza e dall’Assessorato al Turismo del Comune di Cosenza, si svolgerà dal 24 a 27 febbraio nel centro storico della città di Cosenza, nelle suggestive location del Teatro Rendano, del Palazzo della Provincia, e della Biblioteca Nazionale. Come ogni anno, vastissimo il carnet di nomi di fama internazionale che si avvicenderanno nel programma, tra lezioni tematiche ed esibizioni. Primo fra tutti, Pablo Veron, noto e appassionato protagonista di Lezioni di Tango di Sally Porter, che dopo due anni torna in Calabria, unica tappa nel meridione del suo tour italiano. Creatore di uno stile di danza unico che gli ha consentito di guadagnarsi il rispetto di ballerini di ogni età nel mondo intero, è riconosciuto a livello internazionale come il rinnovatore di questa danza, insieme ludica, misteriosa e sensuale che è il tango. Insieme a lui, altri grandi nomi del panorama europeo come Pablo Tegli (Argentina) e Cesira Miceli (Italia), entrambi artisti tra i più amati della nuova generazione, in costante rinnovamento e alla ricerca di linguaggi corporei sempre nuovi, Alex Cantarelli e Mimma Mercurio (Italia), direttori della scuola/compagnia Meditango di Roma, nonché autori, produttori e interpreti di numerosi spettacoli di teatro-danza d’avanguardia, e Ciccio Aiello (Italia) e Pamela Damia (Argentina), fondatore della scuola/compagnia Calabriatango di Cosenza lui, giovane e raffinata danzatrice Argentina lei, danzano insieme dal 2009 producendo nuovi spettacoli in cui fondono l’amore per la tradizione tanghera con la ricerca di nuovi stili. Unitamente al programma di seminari e lezioni, nei giorni immediatamente precedenti al festival ci saranno momenti di approfondimento sulla cultura del tango e dell’Argentina, con la proiezione del film Lezioni di Tango martedì 22 febbraio presso il Caffè Letterario e un incontro culturale dal titolo Calabria Argentina: pensieri condivisi… tango, il 23 febbraio al Salone degli Stemmi del Palazzo della Provincia.  Giovedì 24 febbraio la manifestazione avrà inizio ufficialmente al Teatro Rendano (ore 21) con lo spettacolo “Un Tango per Raimondo”, dedicato alla memoria del giovane tanghero calabrese Raimondo Figliuzzi, scomparso per leucemia due anni fa, i cui incassi verranno in parte devoluti all'Asit - Associazione Sud Italia Trapiantati. Durante lo spettacolo si esibiranno sul palcoscenico di uno dei più bei teatri calabresi gli artisti Tegli-Miceli, Cantarelli-Mercurio e Aiello-Damia, accompagnati dalla musica dal vivo dell’orchestra dei Tango Sonos Quintet (Antonio Ippolito, bandoneon; Vincenzo Albini, violino; Adrian Fioramonti, chitarra; Nicola Ippolito, pianoforte; Guglielmo Cajoli, contrabbasso) e la voce di Ruben Peloni. Tutte le informazioni sul Cosenza Tango Festival sono consultabili sul sito www.cosenzatangofestival.it e su www.calabriatango.it .

Caligiuri_MarioCatanzaro, 8 febbraio 2011 - L’assessore regionale alla Cultura Mario Caligiuri ha coordinato la riunione tra i rappresentanti delle province calabresi per la Cultura e la Rete Italiana di Cultura popolare. All’incontro - riferisce una nota dell’ufficio stampa della Giunta regionale - hanno preso parte Antonio Damasco, direttore della la Rete Italiana di Cultura Popolare; Antonella Freno, consulente del presidente Scopelliti per le politiche culturali; Maria Francesca Corigliano, Assessore alla Cultura della Provincia di Cosenza; Pasquale Fera, Assessore alla Cultura della Provincia di Vibo Valentia e Maurizio Rubino, Dirigente del Settore Cultura della Provincia di Catanzaro. “La Regione - ha detto l’assessore Caligiuri durante il suo intervento - intende valorizzare la cultura popolare perché rappresenta un grande valore in grado di fare emergere e non disperdere la nostra identità dentro e fuori la regione. La cultura popolare può anche diventare strumento per promuovere ricadute turistiche ed economiche su tutto il territorio regionale”. La Regione Calabria, infatti, insieme alle Amministrazioni provinciali, organizzerà gli Stati Generali della Cultura Popolare, per mettere a sistema le risorse e anche per delineare un adeguato sistema legislativo. A tal proposito, Antonio Damasco ha affermato che “la Calabria è il primo territorio che tenta concretamente di mettere in rete la cultura popolare, mettendo in atto un esempio da presentare in tutta Italia”. Tutti i presenti hanno espresso l’impegno di condividere e unificare i programmi culturali, creando un’offerta culturale coordinata e di maggiore richiamo per la Calabria e per le altre regioni.

Mattia_Preti_SantAgostino1Cosenza, 5 febbraio 2011 - Apre oggi a Cosenza “Opera aperta”, il primo cantiere di restauro, con libero accesso del pubblico, che diventa evento e svela i "segreti'' del restauro dell'inedito Sant'Agostino di Mattia Preti. L’”Opera aperta” si svilupperà  all'interno degli spazi allestiti nel laboratorio temporaneo nel cuore di Cosenza, a Palazzo Arnone, sede della Galleria nazionale. Una replica del soggetto, di datazione ancora incerta, è conservata nell'Abbazia di Montecassino. E' una copia tratta da un dipinto eseguito da Claude Vignon a Roma tra il 1617 ed il 1624.

Libro_pesce_spada_non_esistelogoLamezia Terme, 5 febbraio 2011 - Mercoledì 9 febbraio, alle ore 17.30, presso le sale della Biblioteca Comunale di Palazzo Nicotera a Lamezia Terme sarà presentato il libro Il pescespada non esiste. Interviste, racconti, frasi fatte, fiori fritti in memoria del tempo presente scritto dalla Compagnia Teatrale de Gli Omini ed edito da Titivillus. L’evento, organizzato dal Comune di Lamezia Terme (Ufficio delle Attività culturali e di spettacolo) e dalla Direzione srtistica del Teatro Comunale Politeama, si inserisce nell’ambito della Stagione di Prosa 2010.2011 con l’intento di ampliare e diversificare l’offerta culturale del Comune di Lamezia Terme.  Infatti, la compagnia teatrale de Gli Omini recita all’interno dello spettacolo shakespeariano Un sogno nella notte dell’estate, regia di Massimiliano Civica, che sarà in scena al teatro Politeama martedì 8 e mercoledì 9 febbraio 2011.

Chi sono Gli Omini?

Una giovanissima compagnia pistoiese che nasce nel 2006 con lo spettacolo CRisiKo! (Finalista Premio Scenario 2007), primo movimento del progetto "Memoria Del Tempo Presente". Il modo di lavorare della compagnia si affina lungo il percorso dello spettacolo secondo un metodo del tutto particolare: tramite settimane di interviste, Gli Omini costruiscono i loro copioni con le parole della gente di piccoli comuni d'Italia. Con le stesse modalità, Gli Omini approntano il loro secondo lavoro: Gabbato Lo Santo (Vincitore premio del pubblico al concorso "Giovani Realtà - Accademia Nico Pepe" 2008).  Gli autori (Riccardo “OG” Goretti, Francesco “OR” Rotelli, Francesca “OS” Sarteanesi, Luca “OZ” Zacchini, i quattro componenti della compagnia) tratteggiano nel libro il quadretto complessivo del lavoro svolto finora “sul campo”. Il volume si configura dunque come un vademecum esplicativo alla metodologia teatrale della compagnia, mostra i passaggi dall’intervista al copione alla scena… ma si propone anche di illustrare in un unico grande “bestiario” gli incontri più interessanti fatti da Gli Omini durante le settimane d’indagine. In questo modo si osserva da vicino il lavoro di una delle compagnie attualmente più interessanti del panorama teatrale italiano, ma si ha modo anche di godere di una lettura scorrevole, divertente, sicuramente onesta e sincera nel suo impietoso mostrare vizi e virtù del Belpaese.

DIppolito_Ida_fotinoLamezia Terme, 3 febbraio 2011 – L’Associazione “Caduceo”, presidente Anna Mancini, informa che su sollecitazione della stessa, l’onorevole Ida D’Ippolito (nella foto) ha presentato in Parlamento la proposta di Legge per la “Istituzione della Figura professionale del mediatore familiare”. L’evento, è scritto in una nota della Caduceo -  è di notevole rilevanza, atteso che - allo stato - il ruolo di “Mediatore Familiare” non gode di istituzione nazionale e, quindi, di una specifica legge che ne disciplini contorni e funzioni.  Giova, a riguardo, richiamare alcuni brani della Proposta di Legge per meglio comprenderne le finalità :“Negli anni più recenti si è registrato un notevole incremento delle cause di separazione e di divorzio e con esse il livello di conflittualità che ne segue. Dietro una separazione si nasconde un dolore fatto di disillusione, rabbia, perdita, solitudine, desiderio di vendetta e spesso a pagarne le conseguenze sono soprattutto i figli sempre più disorientati, preda dei genitori, oggetto di ricatto. Nella maggior parte dei casi, accade che il conflitto coniugale, doloroso ed insostenibile si trasforma in vera e propria guerra, in odio cieco in cui c’è sempre un vincitore ed un perdente. Diceva Ghandi che “laddove c’è un perdente la guerra non è mai finita” ed è purtroppo in questa contesto che si inserisce la logica perversa delle separazioni estenuanti e dei divorzi interminabili. In questo quadro desolante si inserisce la legge 8 febbraio 2006, n. 54, contenente modifiche del sistema normativo in tema di separazione dei coniugi ed affidamento della prole. In particolare tale legge con l’introduzione della mediazione familiare, offre una soluzione alternativa a quella della forza dei conflitti familiari, garantendo ai coniugi-genitori un sostegno per affrontare il fallimento di quel progetto comune che un tempo avevano condiviso…” … ”Il fine primario …….  è di proporre la mediazione come strumento principale per la soluzione dei conflitti all’interno della famiglia o della coppia con particolare attenzione, innanzitutto, per la fase conciliativa e la salvaguardia del vincolo coniugale o della relazione di coppia;ove ciò non fosse possibile, la mediazione si configura come il canale privilegiato per ridurre al minimo le conseguenze pregiudizievoli della rottura delle relazioni familiari e della dissoluzione del vincolo coniugale, di tutelare gli interessi e l’integrità psicofisica dei figli, favorendo soluzioni di composizione amichevole, il mantenimento delle relazioni tra genitori e figli, riducendo altresì i costi economici e sociali della separazione e del divorzio per le parti e per gli Stati.”“ Quello proposto ed articolato dal presente progetto di legge è, pertanto, un intervento normativo non più procrastinabile, anche perché proprio attraverso la definizione della figura professionale del mediatore familiare passa il processo di istituzionalizzazione e regolamentazione del processo mediativo che, altrimenti, viene lasciato alla buona volontà dei privati, alla preparazione ed all’impegno dei singoli professionisti, i quali da tempo si sforzano di elaborare principi e norme etiche e deontologiche di comportamento, che guidino il mediatore nel difficile compito che gli si prospetta e possano essere per lui valido punto di riferimento nello svolgimento della sua professione”….. Dalla proposta di legge si rileva che : “L’articolo 2 individua le finalità della proposta di legge – ovvero la promozione della mediazione familiare – attraverso la regolamentazione della figura del mediatore familiare. ..” “L’articolo 4 definisce le finalità dell’attività del mediatore familiare”. N “L’articolo 5 istituisce l'Associazione dei mediatori familiari……..” “L’articolo 7 istituisce l’albo nazionale dei mediatori familiari…..” Pregevolissima, dunque, l’iniziativa della D’Ippolito -conclude la nota - nel raccogliere la sollecitazione della Caduceo e nella articolata stesura della proposta di legge, formulata con supporti motivi e giuridici di incisiva caratura.  E’ doveroso, altresì, rammentare, che - grazie al progetto del nostro presidente Spadaro ed alla Sua particolare sensibilità nella materia di riferimento - nel Tribunale di Lamezia Terme  è operativo lo sportello di Mediazione Familiare, che, istituito in via sperimentale, auspichiamo possa tradursi in servizio permanente, nel momento in cui - approvata la odierna proposta di legge -  il Ministero della Giustizia avverta la necessità della  istituzione in via definitiva, in ogni Distretto giudiziario nazionale, dell’ufficio di Mediazione Familiare. L’Associazione “Caduceo” esprime, quindi, attraverso la vostra testata giornalistica i più sentiti ringraziamenti all’onorevole Ida D’Ippolito, al cui nominativo rimarrà connessa la istituenda Legge nazionale, con intuibile ricaduta positiva anche per la  sua città di appartenenza, quale è Lamezia Terme”.

Un_sogno_nella_notte_dellestatefotinoLamezia Terme, 3 febbraio 2011 - Sesto appuntamento con la stagione di Prosa 2010.2011 al Teatro Politeama di Lamezia Terme. In scena, martedì 8 e mercoledì  9 febbraio 2011, la seconda opera shakespeariana in cartellone Un sogno nella notte dell’estate regia di Massimiliano Civica, prodotto dal Teatro Stabile dell’Umbria e Compagnia Il Mercante: un allestimento presentato in prima assoluta al Festival Romaeuropa il 26 ottobre. Dopo alcune delle più importanti piazze italiane (Roma, Perugia, Genova, Parma, Cagliari, Catania, Modena) Un sogno nella notte dell’estate arriva anche a Lamezia Terme.  Una nuova traduzione diversa fin dal titolo, una regia essenziale nella scenografia, nei costumi e nei pochi e ricercati oggetti di scena, una interpretazione contemporanea degli spogli teatri dell’età elisabettiana, svelano l’approccio di un regista che vuole portare il testo al centro della scena.  Nella commedia del Bardo così come sul palcoscenico di Civica si incrociano mondi apparentemente inconciliabili: il mondo diurno delle leggi e dei doveri e il mondo notturno dominato dalla fantasia. Un sogno della notte di mezza estate si apre sul lieto fine di una tormentata storia d’amore. Teseo, Duca di Atene, si avvia alla felice conclusione delle sue peripezie amorose con Ippolita, Regina delle Amazzoni, alla quale si unirà in matrimonio. Ma manca ancora una notte, quella prima del matrimonio, in cui Shakespeare, nel tempo di un sogno e nello spazio di un bosco, declinerà l’amore in tutte le sue forme, mostruose e sentimentali, incostanti e ossessive, violente e seducenti. A tre anni di distanza dall’ultimo lavoro Il Mercante di Venezia, che è valso a Civica il Premio Ubu per la Regia 2008 e agli attori della sua compagnia il Premio Vittorio Mezzogiorno 2009, l’artista - già direttore artistico del Teatro della Tosse di Genova - ha scelto di affrontare questa nuova avventura produttiva con il Teatro Stabile dell’Umbria, spinto dall’esigenza di intraprendere un percorso capace di portare verso un Teatro Popolare d’Arte, che sappia coniugare realtà, rigore, illusione e magia. Per questo allestimento è stata scritta una nuova traduzione, realizzata dallo stesso Civica, che ha richiesto quasi due anni di lavoro. Essa si presenta come un unicum nel panorama delle interpretazioni testuali del canone shakespeariano e costituisce un’assoluta novità per il teatro italiano.

Gli appuntamenti

Martedì 8 Febbraio , alle ore 11.00, il regista Massimiliano Civica incontrerà, nella sala dell’AUDITORIUM, gli studenti del Liceo “Tommaso Campanella” di Lamezia Terme. Infatti un gruppo di 30 studenti del Liceo Campanella, grazie ad un progetto teatrale e musicale promosso all’interno della scuola dalla prof.ssa Michela Cimmino con l’obiettivo di creare una sinergia positiva e un’apertura reale tra la scuola e gli enti culturali che operano sul territorio, ha la possibilità di usufruire dell’abbonamento all’intera Stagione di Prosa del Teatro Politeama di Lamezia Terme. L’incontro sarà improntato al dialogo tra il regista e gli studenti che potranno così essere introdotti e guidati alla visione della pièce shakespeariana.

Mercoledì 9 , alle ore 17.30, presso le sale della Biblioteca Ccomunale di Palazzo Nicotera a Lamezia Terme sarà presentato il libro Il pescespada non esiste. Interviste, racconti, frasi fatte, fiori fritti in memoria del tempo presente scritto dalla Compagnia Teatrale de Gli Omini ed edito da Titivillus.  La giovanissima compagnia teatrale de Gli Omini, nata nel 2006 e pistoiese d'origine, recita all’interno dello spettacolo Un sogno nella notte dell’estate. L’evento, organizzato dal Comune di Lamezia Terme (Ufficio delle Attività culturali e di spettacolo) e dalla direzione artistica del Teatro Comunale Politeama, si inserisce nell’ambito della Stagione di Prosa 2010.2011 con l’intento di ampliare e diversificare l’offerta culturale del Comune di Lamezia Terme.

Caligiuri_MarioCatanzaro, 2 febbraio 2011 - L’assessore regionale alla Cultura Mario Caligiuri ha commentato positivamente la pubblicazione di un nuovo avviso per promuovere la Cultura.  “Con questo ulteriore intervento - ha affermato Caligiuri in una nota dell’ufficio stampa della Giunta regionale - la Regione Calabria investe ulteriori quattrocentomila euro per sostenere progetti innovativi per incentivare la lettura su tutto il territorio regionale. Con il presidente Scopelliti abbiamo messo in atto una serie di attività concrete a sostegno del libro e della lettura. L’obiettivo è di ampliare il numero di lettori per formare cittadini più consapevoli e pronti ad affrontare le due maggiori emergenza sociali della nostra regione: la criminalità e la disoccupazione”. L’avviso, la domanda e il formulario per presentare i progetti sono scaricabili nella sezione Bandi del sito della Regione Calabria www.regione.calabria.it. Il bando è destinato alla realizzazione di progetti innovativi di promozione della lettura realizzati in Calabria nel corso del 2010 o da realizzarsi entro il 31 ottobre 2011. Il contributo massimo previsto è di cinquantamila euro e la scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 14 marzo 2011.  Nel bando sono indicati alcuni ambiti tematici ritenuti strategici dalla Regione Calabria, che sta per emanare le linee guida del “Libro Verde sulla Lettura”, la cui idea è stata presentata nei mesi scorsi dal linguista Tullio De Mauro. In particolare, per aumentare il numero di lettori di libri e giornali in Calabria, l’assessorato alla Cultura intende investire in iniziative per la promozione della lettura tra i più giovani, nell’uso delle nuove tecnologie e del web, nella diffusione di servizi bibliotecari nei centri minori, nella valorizzazione degli scrittori calabresi e nella promozione della lettura anche tra gli immigrati residenti nella nostra regione.

Domani l'Amerigo Vespucci nel golfo di Lamezia: da Tropea a Falerna

Domani l'Amerigo Vespucci nel golfo...

Lamezia Terme, 11 agosto 2020 - La nave scuola della Marina militare Amerigo Vespucci farà tappa domani nel Golfo di Lamezia. Un viaggio suggestivo che...

Coronavirus, oggi 11 nuovi casi in Calabria. Otto casi in una festa di giovani

Coronavirus, oggi 11 nuovi casi...

Catanzaro, 11 agosto 2020 - In Calabria ad oggi sono stati effettuati 127.102 tamponi.Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.300 (+11 rispetto a ieri),...

Lamezia, scontro tra due auto nei pressi dell'aeroporto: due feriti

Lamezia, scontro tra due auto...

Lamezia Terme, 11 agosto 2020 - Due persone sono rimaste ferite nello scontro frontale tra due auto avvenuto stamani sulla strada statale 18, tra il...

Lamezia, Pd: lavoriamo nel segno del rinnovamento per costruire un'alternativa a questa Amministrazione inconcludente e parolaia

Lamezia, Pd: lavoriamo nel segno...

Lamezia Terme, 11 agosto 2020 - "Il Partito democratico di Lamezia - si legge in una nota - apprezza, condivide e rilancia quanto espresso passione...

Coronavirus, in Calabria oggi 2 nuovi casi

Coronavirus, in Calabria oggi 2...

Catanzaro, 10 agosto 2020 - In Calabria ad oggi sono stati effettuati 126.156 tamponi.Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.289 (+2 rispetto a ieri),...

 Lamezia, la Polizia di Stato ha commemorato Paolo Diano: vittima del dovere

Lamezia, la Polizia di Stato...

Lamezia Terme, 10 agosto 2020 - Si è svolta nella mattinata odierna, in Lamezia Terme, dinanzi al monumento che lo ricorda all’ingresso del Municipio, la commemorazione...

Calabria rifiuti, D'Ippolito (M5S) rilancia allarme su infiltrazioni mafiose delle ditte: troppo debole il sistema dei controlli. Aggirarli è un gioco da ragazzi

Calabria rifiuti, D'Ippolito (M5S) rilancia...

Lamezia Terme, 10 agosto 2020 -  "È urgente rafforzare la normativa sulle autorizzazioni per le imprese operanti nel campo dei rifiuti. Paradossalmente, infatti, quella attuale...

Lamezia, incontro Rete Civica-assessore regionale Di Caprio: discariche zero entro due anni

Lamezia, incontro Rete Civica-assessore regionale...

Lamezia Terme, 8 agosto 2020 - "Sarà Ultimo (assessore regionale all'Ambiente, Sergio Di Caprio ndr), come ama esser chiamato, ma non certo per capacità di...

CITTA'

Domani l'Amerigo Vespucci...

11 Agosto 2020
Domani l'Amerigo Vespucci nel golfo di Lamezia: da Tropea a Falerna

Lamezia Terme, 11 agosto 2020 - La nave scuola della Marina militare Amerigo Vespucci farà tappa dom...

LAMETINO

Falerna, carabinieri sven...

27 Luglio 2020
Falerna, carabinieri sventano possibile rissa su lungomare

Lamezia Terme, 27 luglio 2020 - I carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme hanno sventato sul na...

CALABRIA

Coronavirus, oggi 11 nuov...

11 Agosto 2020
Coronavirus, oggi 11 nuovi casi in Calabria. Otto casi in una festa di giovani

Catanzaro, 11 agosto 2020 - In Calabria ad oggi sono stati effettuati 127.102 tamponi.Le persone ris...

SPORT

Vigor Lamezia, Eye Sport...

07 Agosto 2020
Vigor Lamezia, Eye Sport sponsor tecnico

Lamezia Terme, 7 agosto 2020 - Vigor Lamezia Calcio 1919 e EyeSport, eccellenza italiana nell’abbigl...

contatti logo

Copyright 2020 © LAMEZIA TERME NEWS
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Lamezia Terme
Reg. Stampa n° 7/10 del 3.12.2010
Editore: Asd Violetta Club - PI: 02148570795

logo amp

Web By ALGOSTREAM