Domenica, 25 Ottobre 2020

De Biase Salvatore11Lamezia Terme, 12 ottobre 2020 - “Strategie incomprensibili penalizzano l’ospedale di Lamezia Terme, la cui posizione baricentrica nella Regione viene disconosciuta da indifferenza, scelte miopi e prive di buon senso”. Lo afferma Salvatore De Biase, già presidente del Consiglio comunale di Lamezia Terme. 

“E’ quasi retorico precisare . continua - che l’ospedale lametino, da sempre al servizio di un comprensorio di circa 150.000 utenti, da anni galleggia, oramai, in un mare di promesse, indifferenze, proteste, accorpamenti improvvisi e notturni, chiusura di servizi, consigli comunali aperti, impegni regionali, deputazionali, ministeriali, ecc. Pur tuttavia la ‘storia non cambia’. Il Giovanni Paolo II, è sempre ai limiti del collasso e si trascina, in un "lamentatoio" quotidiano alla pari della struttura sanitaria, quasi smantellata, di Soveria Mannelli, Bene fanno e bene hanno fatto le associazioni di ogni ordine e grado, a riportare nei termini dovuti, la mala gestio e le penalizzazioni della nostra sanità.

Non è servito a nulla gridare e sottolineare la posizione baricentrica della nostra struttura; l’accessibilità; la storia; la professionalità degli operatori. L’ascolto dei vari attori passati e presenti, hanno portato solo, una sanità emigrante e costi esorbitanti. Oltre al gravame per le famiglie. Abbiamo assistito a servizi sanitari chiusi, reparti cancellati, strutture inoperanti. E come dire: la sanità in Calabria non deve curare. Come se sulla salute dei calabresi occorreva risparmiare, spendendo in emigrazione e disagi. E allora da dieci anni paghiamo commissari, rimaniamo bloccati su un piano di rientro che non finisce mai di meravigliare in negativo e penalizzare la Calabria. In tale contesto, Lamezia paga probabilmente il prezzo più alto. Dopo aver perso la sanità, come la storia racconta, perde giornalmente e oramai definitivamente - sottolinea De Biase - anche gli uffici amministrativi.

L’ospedale opera a Lamezia ma per qualsiasi cosa occorre rivolgersi a Catanzaro.  E i ritardi e le inefficenze? Li pagano gli operatori e i cittadini. Ma gli attuali Commissari, per Lamezia, non avevano detto solennemente che  il ritorno degli uffici essenziali, ed importanti, poteva essere imminente?  E allora?  Non è dispendioso mantenere gli uffici a Catanzaro?  Non si pagano i fitti per locali privati mentre Lamezia ha i locali di proprietà? Ma che scelta è? Che cosa è cambiato rispetto alle gestioni precedenti? Ma lo Stato (i Commissari), non dovrebbe rispondere, come nel nostro caso, ai principi di funzionalità, efficacia e risparmi? Sono in linea con quanti oggi, ancora una volta, sono pronti a sollecitare, specie in presenza di una pandemia violenta, grave, ed invisibile, l’apertura di centri Covid; la riapertura del reparto di Malattie Infettive; la ripresa del già operativo Obi; la messa a regime del Centro trasfusionale, quanto del Laboratorio Analisi, il miglioramento dell’assistenza territoriale. Ma non solo: occorre dare corpo alla promessa del reparto di Neurologia; all’ Hospice, così come affermato ripetutamente dal Dg a suo tempo, Giuseppe Perri;  attendere accorpamenti salutari (che Catanzaro, forse mai darà, perché l’utenza sanitaria lametina, deve salvare la ‘cittadella sanitaria’; saziare i grandi propositi della struttura universitaria del capoluogo; la quale potrebbe ambire egocentricamente, ad avere una forte mobilità lametina).

Dopo tutto ciò, oltre alle assunzioni promesse e ancora sottaciute e tanto altro, bisogna fare i conti – osserva De Biase - con una disorganizzazione evidente e lamentata giornalmente da parte dell’intera struttura, per mancanza di essenzialità come: gestione della manutenzione quotidiana, fatta di ritardi e inascoltati solleciti, che si accompagnano a materiale elettrico, idraulico, carente e ritardato; mancata assistenza sui computer, fotocopiatrici, assenza di carta e  di toner; accessi incontrollati, (ad ogni ora e da qualsiasi luogo possibile, si entra e si attendono risposte in assembramenti presso CUP, Ticket, e luoghi di prenotazioni in genere); assenza di linee di percorribilità ben segnalate. Gli uffici sono troppo lontani e assenti. Sicuramente dopo la centralizzazione della Direzione Sanitaria e Amministrativa, la distanza e i disservizi, sono evidenti e denunciati”. “A questo punto – conclude De Biase - ci auguriamo che le annunciate dimissioni della struttura commissariale che governa la sanità calabrese trovi un riscontro concreto nella realtà e si possano aprire nuove prospettive per l’ospedale di Lamezia Terme. Ai posteri l’ardua sentenza”.

Coronavirus, in Calabria i contagi aumentano ancora: oggi 179 casi

Coronavirus, in Calabria i contagi...

Catanzaro, 25 ottobre 2020 - In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 255.683 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 257.594 (allo stesso...

Lamezia, scontro sulla statale 280: 6 feriti. Anche 2 bimbi

Lamezia, scontro sulla statale 280:...

Lamezia Terme, 24 ottobre 2020 - Sei persone, tra le quali due bambini, sono rimasti feriti in un incidente sulla strada statale 280 in località...

Coronavirus, in Calabria anche oggi contagi in aumento: 166 nuovi casi

Coronavirus, in Calabria anche oggi...

Catanzaro, 24 ottobre 2020 - In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 252.469 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 254.634 (allo stesso...

Lamezia, Fittante su Facoltà Scienze turistiche: sottoporla all’esame e all’approvazione del Consiglio comunale

Lamezia, Fittante su Facoltà Scienze...

Lamezia Terme, 24 ottobre 2020 - “La mozione del  consigliere comunale, Rosario Piccioni datata 15 ottobre e protocollata al Comune, per l’istituzione a Lamezia di...

Lamezia, svolgimento mansioni superiori e differenze retributive: ex infermiere e dirigente sindacale Fials vince causa contro l'Asp

Lamezia, svolgimento mansioni superiori e...

Lamezia Terme, 24 ottobre 2020 - Il giudice del lavoro ha condannato l’Asp di Catanzaro, in merito ad una vertenza che riguardava un ex infermiere,...

Regione Calabria, nuove norme sugli spostamenti in vigore da stanotte

Regione Calabria, nuove norme sugli...

Catanzaro, 24 ottobre 2020 - Scatteranno da questa notte, a partire dalle ore 24, le nuove norme restrittive sugli spostamenti in tutto il territorio regionale calabrese. 

Aeroporto Lamezia, volo Ryanair per Verona

Aeroporto Lamezia, volo Ryanair per...

Lamezia Terme, 23 ottobre 2020 - Dal primo dicembre all'aeroporto di Verona saranno operativi due nuovi voli di Ryanair per Lamezia Terme (2 a settimana)...

Coronavirus, oggi in Calabria 159 nuovi casi

Coronavirus, oggi in Calabria 159...

Catanzaro, 23 ottobre 2020 - In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 249.135 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 251.288 (allo stesso...

CITTA'

Lamezia, scontro sulla st...

24 Ottobre 2020
Lamezia, scontro sulla statale 280: 6 feriti. Anche 2 bimbi

Lamezia Terme, 24 ottobre 2020 - Sei persone, tra le quali due bambini, sono rimasti feriti in un in...

LAMETINO

Conflenti, approvato prog...

13 Ottobre 2020
Conflenti, approvato progetto esecutivo per realizzazione "Fattoria sociale" presso struttura confiscata alla mafia

Conflenti, 13 ottobre 2020 - La Giunta comunale ha approvato il progetto esecutivo per la realizzazi...

CALABRIA

Coronavirus, in Calabria...

25 Ottobre 2020
Coronavirus, in Calabria i contagi aumentano ancora: oggi 179 casi

Catanzaro, 25 ottobre 2020 - In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 255.683 soggetti per u...

SPORT

Vigor Lamezia a valanga s...

18 Ottobre 2020
Vigor Lamezia a valanga sulla Palmese: 7-0

Lamezia Terme, 18 ottobre 2020 - Un'altra vittoria a valanga della Vigor Lamezia di mister Morg...

contatti logo

Copyright 2020 © LAMEZIA TERME NEWS
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Lamezia Terme
Reg. Stampa n° 7/10 del 3.12.2010
Editore: Asd Violetta Club - PI: 02148570795

logo amp

Web By ALGOSTREAM