Mercoledì, 11 Dicembre 2019

Cosca Giampà

  • Polizia auto furgoneLamezia Terme, 24 febbraio 2017 - La Polizia ha eseguito 12 ordinanze di custodia cautelare a carico di altrettante persone ritenute attive nella cosca di 'ndrangheta dei Giampà di Lamezia Terme. Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa e di numerose estorsioni ai danni di esercizi commerciali ed imprenditori di Lamezia, oltre che di intimidazioni con bottiglie incendiarie nei pressi delle attività commerciali e di danneggiamenti con ordigni esplosivi.

  • Polizia auto da dietro26Lamezia Terme, 10 agosto 2016 - La polizia di stato di Catanzaro ha tratto in arresto 7 persone appartenenti alla cosca di ‘ndrangheta Giampa’ di Lamezia Terme, dando esecuzione ad un provvedimento emesso dalla Corte di Assise di Appello di Catanzaro, che ha fatto propria l’istanza di applicazione della misura cautelare avanzata dalla locale procura generale presso la Corte d’Appello.

  • Polizia auto da dietro26Lamezia Terme, 28 giugno 2017 - La polizia ha effettuato un'operazione, denominata "Filo rosso", contro la cosca Giampà della 'ndrangheta che ha portato all'esecuzione di nove provvedimenti di fermo emessi dalla Dda di Catanzaro.

  • Finanza auto100Lamezia Terme, 4 marzo 2016 - Il gruppo di Lamezia Terme della Guardia di finanza ha sequestrato una villa tre piani del valore di trecentomila euro risultata nella disponibilità di un killer della 'ndrangheta, Domenico Giampà, di 35 anni, affiliato all'omonima cosca.

  • Finanza auto100Lamezia Terme, 6 ottobre 2015 - Continua da parte della Guardia di fiananza l'attività di acquisizione allo Stato di patrimoni illeciti accumulati dagli appartenenti alla 'ndragnheta. Oggi la Finanza ha sequestrato numerosi beni immobili e mobili appartenenti alla criminalità organizzata locale.

  • Polizia auto da dietro26Lamezia Terme, 15 aprile 2016 - Un'organizzazione criminale, la cui costituzione era stata "consacrata" dai vertici del clan di 'ndrangheta dei Giampà di Lamezia Terme, operava tra Lamezia e Catanzaro per il compimento di rapine portate a termine tra il 2004 ed il 2010 con l'uso di armi e notevole violenza e che hanno fruttato decine di migliaia di euro.