Venerdì, 07 Agosto 2020

discarica

  • Discarica Bagni LameziaLamezia Terme, 28 giugno 2020 - "Partenza di slancio quella della raccolta firme sotto la petizione popolare contro le nuove discariche". Così, una nota di Rete civica."In soli due giorni di avvio sono oltre mille i cittadini che la hanno sottoscritta presso i due banchetti allestiti aabato sera su corso Numistrano e domenica mattina in piazza Diaz, presso gli esercizi pubblici nei quali si può firmare e nelle tante attività porta a porta messe su dalle organizzazioni e dai cittadini aderenti a Rete civica. 

  • Discariche Stretto LameziaLamezia Terme, 30 luglio 2020 - "Sta diventando la Giunta comunale lametina una sorta di notaio che registra senza nemmeno riflettere quanto la Santelli o chi per lei dispone".

  • Barbanti SebastianoLamezia Terme, 30 giugno 2020 - "Quando da ormai più di vent’anni l’Europa parla di “riciclo dei rifiuti” (perché la differenziata veniva già allora data per scontata) e strategia “discariche zero”, a Lamezia Terme si discute ancora di discariche. Ed a poco valgono le diverse rassicurazioni in merito alla sicurezza dell’impianto ed a ciò che vi verrà buttato dentro, perché, lo sappiamo, si inizia in un modo ma poi, causa anche emergenza perenne, verrà autorizzato lo smaltimento di qualunque cosa".

  • Discariche Stretto LameziaLamezia Terme, 27 luglio 2020 - Via libera della Giunta comunale al progetto per la  realizzazione di una nuova discarica sempre nell'area di località Stretto, dopo l'ordinanza della Regione. Su questa decisione si registra una dura nota della Rete Civica no discariche.

  • Rifiuti eternit case aterpLamezia Terme, 18 giugno 2019 - Sono ormai note le condizioni di degrado e abbandono in cui versano alcuni quartieri di Lamezia Terme. A lanciare l’allarm sono i residenti delle palazzine popolari Aterp ricadenti in via dei Bizantini e via A. de Curtis, "che da tempo vivono in condizioni umilianti, e che giorno dopo giorno assistono ad un continuo lievitare di una montagna di pattume e ne temono gli effetti in termini di abbandono e degrado".

  • Discariche Stretto LameziaLamezia Terme, 31 luglio 2020 - "Il triunvirato che sembra amministrare Lamezia ha lasciato filtrare un comunicato, con cui si schiera contro la “terza megavasca”, cioè la terza discarica di rifiuti prevista in località Stretto. Sembrerebbe di primo acchito un coup de theatre, ma a ben vedere si tratta del gioco napoletano delle tre carte o, sarebbe il caso di dire, delle tre discariche.

  • Rifondazione no discaricaLamezia Terme, 7 giugno 2020 - "La discarica di Pianopoli, gestita dalla Daneco, fu autorizzata per rifiuti speciali non pericolosi ma a colpi di provvedimenti, nel nome dell'emergenza, quella discarica fu utilizzata finanche per gli Rsu (Rifiuti solidi urbani) provenienti dalla Campania. E' la storia di tutte le discariche calabresi mai utilizzate per le finalità per le quali sono nate, durate sempre molto meno di quanto previsto. E' la storia della totale inosservanza delle norme sempre giustificata con l'emergenza. E' la storia di una regione che non si è mai data seriamente l'obiettivo, così come previsto dalle direttive europee, di chiudere con i grandi impianti e con le discariche in particolare".

  • Discarica Bagni LameziaLamezia Terme, 25 maggio 2020 - "Ci risiamo, nella recente Ordinanza della Santelli, sulla gestione dei rifiuti urbani, si riparla di una terza discarica da realizzare a Lamezia, procedura, per la verità, attivata con Decreto, n. 9 del 27 gennaio 2020,  del presidente Oliverio".

  • Discarica Bagni LameziaLamezia Terme, 3 agosto 2020 - "Vorremmo tornare sulla presa di posizione del signor Luigi Muraca già consigliere comunale e candidato con il centro destra alle ultime regionali in Calabria".

  • Carabinieri 112Reggio Calabria, 2 marzo 2018 - Un'area privata estesa circa 2,5 ettari, situata a Reggio Calabria, a 200 metri in linea d'aria dal Palazzo di Giustizia e nelle immediate vicinanze della Chiesa di San Giorgio Extra, dove sono presenti anche luoghi con strutture ludiche per bambini, è stata sequestrata dai militari del Nucleo investigativo del Gruppo carabinieri forestale di Reggio Calabria insieme a quelli della Stazione carabinieri forestale di Reggio.