Lunedì, 19 Agosto 2019

indagati

  • Finanza auto100Lamezia Terme, 30 gennaio 2018 - Il gruppo della Guardia di Finanza di Lamezia Terme, su mandato di questa Procura della Repubblica, sta eseguendo le perquisizioni delle sedi della società Sorical Spa di Catanzaro e Lamezia Multiservizi Spa della città della Piana. Contestualmente, le Fiamme gialle stanno notificando a 7 responsabili - 3 della partecipata lametina e 4 per la società di Catanzaro - altrettanti avvisi di garanzia.

  • Finanza auto17Lamezia Terme, 19 novembre 2015 - I Finanziari del Gruppo di Lamezia Terme, coordinati dalla procura della Repubblica, hanno notificato 7 informazioni di garanzia nei confronti di altrettante persone, di cui 4 indagate per usura ed esercizio abusivo dell'attività creditizia, e tre per favoreggiamento. Questi ultimi sono proprio gli imprenditori dei reati che, pur messi di fronte all'evidenza dei fatti, hanno negato la loro condizione dinanzi agli investigatori.

  • Galati Pino3Lamezia Terme, 15 marzo 2018 - A Lamezia Terme, Catanzaro e Roma, militari del nucleo investigativo carabinieri di Catanzaro, coadiuvato dai comandi territorialmente competenti, hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo per equivalente (200mila euro) emesso dal Gip del tribunale di Catanzaro su richiesta della procura della Repubblica nei confronti di 3 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di abuso d’ufficio, falsità ideologica e peculato.

  • Finanza auto100Locri, 12 giugno 2017 - Beni per 300 mila euro sono stati sequestrati dai finanzieri del Gruppo di Locri nell'ambito di una inchiesta della Procura su una truffa ai danni dell'Inps che ha portato alla denuncia di 12 persone accusate di avere percepito indebitamente assegni sociali.

  • Finanza auto17Catanzaro, 1 giugno 2015 - Il Nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza di Catanzaro e il Nucleo speciale di polizia valutaria hanno eseguito sul territorio nazionale sequestri preventivi di beni mobili ed immobili per un valore di un milione e 868 mila euro nei confronti di cinque persone denunciate contestualmente con l'accusa di peculato ai danni di Fincalabra spa, ente in house della Regione Calabria.

  • Tribunale cz fotinoCatanzaro, 2 aprile 2019 -  Sono sedici le persone indagate, tra cui avvocati e medici legali calabresi, nell'ambito di un'inchiesta della Dda di Catanzaro con l'accusa di aver stilato falsi certificati medici e false perizie psichiatriche e di aver compiuto depistaggi con lo scopo di fare uscire dal carcere l'ex boss della 'ndrangheta di Vibo Valentia Andrea Mantella.

  • Crotone Municipio1Crotone, 3 maggio 2016 - I militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Crotone hanno notificato l'avviso di conclusione indagini a 24 consiglieri comunali coinvolti nell'inchiesta della Procura della Repubblica sulle irregolarità per i rimborsi delle riunioni di commissione. I consiglieri comunali indagati sono accusati dei reati di truffa aggravata e falso.

  • Finanza auto100Cosenza, 19 aprile 2017 - Dai registri risultava che svolgevano il servizio di assistenza a malati terminali e invalidi ma in realtà, in orario di lavoro, si recavano a trovare i propri parenti o si incontravano con amici oppure facevano lunghe soste in bar e ristoranti: erano i comportamenti di un medico e tre infermieri del Servizio cure domiciliari integrate dell'Asp di Cosenza ai quali la Guardia di finanza ha notificato un provvedimento di sospensione dall'attività per 12 mesi emessa dal gip nell'ambito di un'inchiesta della procura di Cosenza contro l'assenteismo.

  • Carabinieri 112Cosenza, 14 giugno 2019 - La procura di Cosenza ha emesso un avviso di conclusione indagine nei confronti di 25 insegnanti che avevano avuto accesso alla professione presentando titoli di studio falsi. I provvedimenti sono stati notificati dai carabinieri della Compagnia di Cosenza tra le province di Cosenza, Lecce, Pistoia, Milano, Bergamo, Forlì-Cesena.

  • Ambulanza1Lamezia Terme, 28 giugno 2019 - Sono 12, appartenenti a vario titolo alle diverse strutture coinvolte, i primi indagati per la morte di Mariachiara Mete, la 21enne di Lamezia Terme deceduta lunedì nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Latina, a seguito delle complicazioni sopraggiunte dopo un intervento di rinoplastica eseguito il 17 giugno presso la clinica “La Casa del sole” di Formia.

  • Tribunale Lamezia2Lamezia Terme, 1 dicembre 2015 - Cinque avvisi di garanzia sono stati notificati dal sostituto procuratore della Repubblica di Lamezia Terme, Santo Melidona nei confronti di Giuseppe Cristaudo, Pietro Antonio Caruso, Anna Maria Caruso, Antonella Vitiello e Titina Carolina Caruso, quest'ultima consigliera comunale di Forza Italia.

  • Finanza Gico archivio2Lamezia Terme, 4 aprile 2017 - La nota vicenda delle truffe dell’ormai ex promoter Fideuram di Lamezia Terme perpetrata in danno dei risparmiatori era scoppiata lo scorso autunno e addirittura, alcuni mesi fa, era salita anche alla ribalta nazionale mediante una trasmissione televisiva delle reti Rai. Le indagini sono state avviate a seguito di numerose denunce da parte di clienti di Banca Fideuram, filiale di Lamezia Terme, che avevano affidato i propri risparmi ad un promoter senza dubitare della sua competenza e spesso in virtù di rapporti amicali e di fiducia consolidati nel tempo.

  • Polizia Volante100Lamezia Terme, 11 novembre 2016 - Lo spaccio di droga per finanziare l'acquisto di armi da usare nello scontro che ha insanguinato Lamezia Terme tra il 2004 ed il 2012, pagare gli affiliati e acquistare ulteriori quantità di sostanze stupefacenti: è quanto emerso da un'indagine della Polizia di Stato che ha eseguito 48 perquisizioni domiciliari e personali a Catanzaro, Lamezia, nella provincia di Vibo Valentia ed in alcune città del nord, con contestuali notifiche di altrettanti avvisi di garanzia emessi dalla Dda nei confronti dei presunti partecipi ad un'associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti che faceva capo alla cosca lametina dei Giampà.

  • Scopelliti Antonino giudiceReggio Calabria, 17 marzo 2019 - La Procura distrettuale di Reggio Calabria ha indagato 17 tra boss e affiliati a cosche mafiose e di 'ndrangheta in relazione all'omicidio del sostituto procuratore generale della Corte di cassazione Antonino Scopelliti(nella foto), ucciso il 9 agosto del 1991 in località "Piale" di Villa San Giovanni mentre faceva rientro a Campo Calabro. Tra gli indagati figura anche il boss latitante Matteo Messina Denaro.

  • Finanza auto17San Giovanni in Fiore, 26 giugno 2019 - Si assentavano dal luogo di lavoro per sbrigare commissioni di carattere privato, andare al bar e a centro commerciale o perfino a svolgere altre attività come la vendita ambulante di frutta e verdura. I carabinieri di San Giovanni in Fiore hanno notificato la richiesta di rinvio a giudizio nei confronti di 15 lavoratori socialmente utili impiegati nell'ambito di un progetto in convenzione tra il Comune di San Giovanni in Fiore e la Regione Calabria.