Martedì, 07 Aprile 2020

Nicolino Panedigrano

  • comune nuovo 10Lamezia Terme, 24 ottobre 2017 - "Secondo alcuni organi di stampa, sembrerebbe che la commissione di accesso antimafia abbia richiesto al ministero dell'Interno lo scioglimento del Consiglio comunale di Lamezia Terme. Bisognerà leggere attentamente i contenuti della relazione prodotta dalla commissione, capire le eventuali responsabilità dei singoli soggetti coinvolti".

  • Panedigrano Nicolino 1Lamezia Terme, 23 settembre 2017 - Sulla vicenda trasferimento o riorganizzazione che dir si voglia degli uffici amministratvi Asp da Lamezia a Catanzaro, si registra oggi una nota di Nicolino Panedigrano, esponente del Comitato difendiamo la sanità del Lametino. Un duro atto d'accusa contro l'Azienda sanitaria che preferisce pagare fitti a privati e rinunciare a locali di proprietà.

  • Panedigrano Nicolino 1Lamezia Terme, 20 gennaio 2016 - "Nel Consiglio comunale aperto sulla sanità il Direttore generale dell'Asp, dottor Perri (Giuseppe, ndr), ci ha informati che il nostro ospedale non sarà ospedale di base perché fa parte di una Azienda sanitaria provinciale con bacino di utenza di 369.000 abitanti che lo fa rientrare nei parametri di ospedale di 1° livello.È un'opinione che, se confermata, ci rende ben lieti".

  • Ospedale Lamezia300Lamezia Terme, 19 agosto 2018 - “Nell’ultimo incontro sul tema della proposta di legge regionale per l’unificazione degli ospedali Pugliese Ciaccio e Mater Domini la Commissione sanità del Consiglio regionale ha preso atto, per la ferma posizione sul punto del consigliere Tonino Scalzo, che l’ospedale di Lamezia Terme deve necessariamente essere inserito nel contesto della futura azienda ospedaliero-universitaria della provincia di Catanzaro”.

  • Ospedale Lamezia LTNLamezia Terme, 6 aprile 2017 - Riceviamo e pubblichiamo. Il direttore generale dell’Asp drottor Perri, tace ed agisce. Ma deve capire che il suo incarico non è di nomina regia. Si trova lì per volere del presidente eletto della Regione e, quindi, indirettamente per volere del cittadini calabresi. E ai cittadini anche lui deve rispondere. Il sindaco di Lamezia ha diffuso la notizia di una sua decisione di trasferire a Catanzaro gli uffici amministrativi del nostro ospedale e del Distretto sanitario lametino.

  • Ospedale Lamezia 100Lamezia Terme, 7 gennaio 2017 - Nicolino Panedigrano e Riccardo Viola del Comitato Salviamo la sanità del Lametino, in una nosta stigmatizzano la chiusura dei reparti di malattia infettiva e microbiologia e criticano il Dg dell'Asp, Giuseppe Perri.

  • Panedigrano Nicolino 1Lamezia Terme, 13 maggio 2019 - Riceviamo e pubblichiamo. A che mira davvero il Governo con l'impugnativa dinanzi alla Consulta della legge regionale sulla unificazione degli ospedali dell'area centrale della Calabria lo possiamo capire dalle parole del consigliere regionale catanzarese Arturo Bova, non a caso nemico giurato dell'inclusione del nostro ospedale nel l'azienda unica ospedaliero-universitaria:“...la nascita del nuovo ospedale hub a Catanzaro significherebbe assegnare a Catanzaro il ruolo di prima città nel sud peninsulare a livello di offerta sanitaria.

  • Panedigrano Nicolino 1Lamezia Terme, 20 maggio 2016 - Riceviamo e pubblichiamo. I Fratelli d’Italia lametini ieri si son desti col pensiero di cucinare un minestrone contro tutto e contro tutti in merito all’incontro che c'è stato sui problemi della sanità lametina tra Pacenza e il sindaco di Lamezia, due sindaci in rappresentanza del Comprensorio ed associazioni e movimenti civici che da anni portano avanti la difesa delle questioni della sanità lametina senza bandiere e senza simboli.

  • Panedigrano Nicolino 1Lamezia Terme, 19 febbraio 2016 - Riceviamo e pubblichiamo. In riferimento ad una sua nota apparsa sul sito dell'Asp e sulla stampa, spiace che il Direttore generale dell'Asp abbia frainteso le nostre affermazioni e abbia polemizzato sul nulla. Di fronte alle sedie vuote dei nostri politici abbiamo sostenuto che, a fronte dei 285 posti letto (compresi i 40 di riabilitazione da istituire nel Centro Protesi Inail) previsti nel decreto Scura n. 9/2015 in base al tasso del 3,6 per mille abitanti, nel prossimo decreto, che dovrà ridurre i posti letto al 3 per mille, è prevedibile un peggioramento della assai critica situazione del nostro ospedale, su cui rischia di abbattersi quasi per intero la riduzione dei posti letto provinciali dagli attuali 1282 a 1092, proprio mentre accanto a noi è in atto uno straordinario rafforzamento.

  • Panedigrano Nicolino 1Lamezia Terme, 10 maggio 2016 - Riceviamo e pubblichiamo. Alla fine Scura ed Urbani si danno da soli degli incompetenti. Con il decreto 46 del 2016 hanno firmato un atto che riconosce i loro cosiddetti Piani di riorganizzazione della rete ospedaliera (quelli per fare i quali sono stati mandati in Calabria e per i li paghiamo profumatamente) non valgono un fico secco e hanno chiesto aiuto all’Agenas per rifarli secondo i dettami del decreto ministeriale n. 70/2015.