Venerdì, 10 Luglio 2020

Rete civica

  • Discarica Bagni LameziaLamezia Terme, 4 luglio 2020 - "La battaglia della Rete civica No Discariche - si legge in una nota - si è evidentemente fatta sentire, spingendo l’assessore regionale all’Ambiente a chiedere un confronto che si è svolto presso la Cittadella giovedì mattina. Capitan Ultimo ha provato a stupire, presentandosi come una sorta di pasdaran dell’ambientalismo.

  • Discarica Bagni LameziaLamezia Terme, 28 giugno 2020 - "Partenza di slancio quella della raccolta firme sotto la petizione popolare contro le nuove discariche". Così, una nota di Rete civica."In soli due giorni di avvio sono oltre mille i cittadini che la hanno sottoscritta presso i due banchetti allestiti aabato sera su corso Numistrano e domenica mattina in piazza Diaz, presso gli esercizi pubblici nei quali si può firmare e nelle tante attività porta a porta messe su dalle organizzazioni e dai cittadini aderenti a Rete civica. 

  • Discarica Bagni LameziaLamezia Terme, 6 giugno 2020 - Nasce una rete civica contro la volontà regionale di invadere di rifiuti e nuove discariche la piana di Lamezia Terme. Ne sono promotori al momento Italia Nostra, Confagricoltura, Cia-Agricoltori italiani Calabria Centro, Cittadinanzattiva-Tribunale del Malato, Osservatorio Sociale San Nicola, Comitato Malati Cronici, Comitato Lamezia 4 Gennaio, Comitato Salviamo la Sanità del Lametino, Associazione Altrove, Comitato Lavoro, Sanità e Sicurezza, Comitato Lamezia Maltrattata. 

  • Discarica Stretto sequestroLamezia Terme, 26 giugno 2020 - "Domani sera, sabato 27 Giugno, dalle ore 17 alle 21 su corso Numistrano, angolo piazzetta S. Domenico, e dopodomani mattina dalle 9 alle 13 in piazza Diaz - è scritto in una nota di Rete civica -  banchetto per la raccolta di firme sotto la petizione contro l’apertura di nuove e vecchie discariche a Lamezia e nel Lametino.

  • Discarica Bagni LameziaLamezia Terme, 10 giugno 2020 - Riceviamo e pubblichiamo una nota della Rete civica contro la terza discarica a Lamezia. "Dopo aver detto sì tutto da solo alla Governatrice Santelli, aver garantito in interviste che la nuova discarica era una benedizione divina, era garantita da Capitan Ultimo (assessore regionale all’Ambiente) e serviva al territorio ed alla Multiservizi (evidentemente per rimpolpare con i proventi di nuove tonnellate di rifiuti i bilanci della società e di qualche suo dirigente) ora il sindaco di Lamezia, probabilmente un po’ in affanno, chiede il consenso ed il supporto dei sindaci del comprensorio, convocati per domani a ratificare le sue solitarie e spericolate scelte.

  • Discarica Stretto sequestroLamezia Terme, 14 giugno 2020 - "Sembrano emergere i primi segni di incomprensione tra la Governatrice calabrese e il suo assessore all’Ambiente, Capitan Ultimo. Ma la presidente della Regione gode del favore degli astri".