Giovedì, 12 Dicembre 2019

voto di scambio

  • Principe Sandro PdRende, 23 marzo 2016 - Cinque politici sono stati arrestati e posti ai domiciliari dai carabinieri di Cosenza con l'accusa, a vario titolo, di concorso esterno in associazione mafiosa, voto di scambio e corruzione, insieme a 4 esponenti di vertice della cosca di 'ndrangheta "Lanzino-Ruà", egemone in provincia di Cosenza.

  • Tribunale Lam 100Lamezia Terme, 11 dicembre 2019 - Il Tribunale di Lamezia Terme ha assolto Luigi De Sarro "per insussistenza del fatto". La vicenda trae origine da un'inchiesta relativa ad una presunta compravendita di voti in favore del figlio in occasione delle elezioni comunali del 2015. Francesco De Sarro, poi, raccolse 934 voti, diventando successivamente presidente del Consiglio comunale. 

  • Aiello Piero1Lamezia Terme, 26 ottobre 2015 - Il senatore del Nuovo Centro Destra Piero Aiello è stato assolto per non aver commesso il fatto dal reato di voto di scambio. La sentenza è stata emessa dal giudice per le udienze preliminari, Giuseppe Perri, dinanzi al quale si è svolto il processo con rito abbreviato.  Aiello era difeso dall'avvocato Nunzio Raimondi. Il Pubblico ministero della Dda di Catanzaro, Elio Romano, aveva chiesto la condanna di Aiello a tre anni di reclusione. L'altro indagato, l'avvocato Giovanni Scaramuzzino, è stato invece rinviato a giudizio.

  • Conferenza episcopale cal1Reggio Calabria, 31 gennaio 2018 - “Sollecitiamo i cattolici alla presenza e alla partecipazione attiva e responsabile alle prossime elezioni politiche". Così, in una nota i Vescovi calabresi al termine della riunione della Conferenza episcopale calabra che si è svolta tenutasi a Reggio Calabria.