Venerdì, 17 Agosto 2018

Soveria Mannelli panoramaSoveria Mannelli, 26 ottobre 2015 - Prosegue l’iter per l’approvazione definitiva del Piano strutturale comunale (Psc) di Soveria Mannelli che, come viene evidenziato nella delibera di Giunta, “costituisce uno dei punti cardine e qualificanti del programma di governo di questa amministrazione comunale”. Dopo aver dato il via libera il documento preliminare in Consiglio comunale, nei giorni scorsi è stato avviato l’iter delle conferenze di pianificazione, per ottenere il rilascio dei pareri (provvisorio e definitivo) degli Enti sovraordinati.

Nel corso della prima conferenza di pianificazione per l’approvazione del Psc, svoltasi nella sala consiliare alla presenza, tra gli altri, del sindaco, Giuseppe Pascuzzi, i tecnici hanno illustrato le scelte operate nella redazione dello strumento urbanistico che, tra l’altro, insieme agli allegati, è disponibile sul sito del Comune, evidenziando che “obiettivo del Piano è definire le strategie per il governo dell’intero territorio comunale, in coerenza con gli obiettivi e gli indirizzi urbanistici della Regione e con gli strumenti di pianificazione provinciale espressi dal Quadro territoriale regionale (Qtr), dal Piano territoriale di coordinamento provinciale (Ptcp) e dal Piano di assetto idrogeologico (Pai)”. L’occasione dell’adeguamento alla nuova legge regionale, infatti, rappresenta per il Comune di Soveria Mannelli l’opportunità per dare alle proprie politiche urbanistiche “un nuovo quadro di riferimento, aggiornato e completo, e per mettere a punto nuovi strumenti, adeguati al cambiamento delle problematiche ambientali, sociali ed economiche, e alle innovazioni introdotte negli ultimi anni”.
L’importante strumento urbanistico, recependo, “in linea generale, i contenuti emersi in fase di valutazione da parte dell’amministrazioni comunale, sia in fase del bando degli interessi diffusi, è proiettato a recepire gli eventuali ulteriori obiettivi strategici che potranno configurarsi nel prosieguo dell’iter procedimentale”.
“La predisposizione del Psc, con l’annessa relazione geo-morfologica, di questo Ente – è detto ancora nella delibera - ha avuto un iter travagliato nella sua fase iniziale - quella del conferimento dell’incarico - dal momento che gli atti amministrativi a corredo dello stesso erano  privi di copertura finanziaria. Tale circostanza ha determinato il conseguente rallentamento dell’iter procedimentale, che ha avuto compiutezza solo in esito alla delibera consiliare n. 31 del 29 novembre 2012, esecutiva, recante ad oggetto il riconoscimento della legittimità del debito fuori bilancio per complessivi 111.398,65 euro ai sensi dell’art. 194, comma 1, lett. e) del D. Lgs. 267/00”.
Si tratta di un altro tassello che l’Esecutivo Pascuzzi aggiunge nel cammino che porterà il Comune a dotarsi del Psc ed anche in considerazione del fatto che, “una volta regolarizzato il procedimento afferente l’incarico ai professionisti selezionati, questa Amministrazione ha inteso dare precise indicazioni circa la predisposizione del documento preliminare al Psc”. In particolare, nel corso di una serie di incontri con i tecnici progettisti del Piano, sono stati esaminati partitamente i “sistemi” dello strumento urbanistico, sui quali lo stesso trova fondamento: insediativo storico; insediativo urbanizzato; insediativo urbanizzabile; insediativo della produzione; agricolo e forestale; insediativo dei servizi e delle attrezzature pubbliche e/o d’interesse generale; di tutela e di salvaguardia; relazionale”.
In sede istruttoria, poi, è stata delineata la “filosofia” del Piano sulla scorta dei seguenti argomenti: il territorio comunale, nelle sue recenti espansioni, ha privilegiato due assi: l’asse della strada statale 19 (“Viale dei Pini”); l’asse della strada provinciale 69 in direzione della frazione “San Tommaso”. Questi due assi circoscrivono quella “parte di città” votata alla residenza ed ai servizi di livello locale; una nuova “parte di città” è stata individuata più a sud rispetto all’asse della linea ferroviaria ed è vocata ai servizi ed alle attrezzature territoriali, oltre che al Polo artigianale e commerciale; queste due parti di città sono ben distinte nonostante formino, di fatto, un “continuum”; il tema dominante del nuovo asse privilegiato, sul quale s’incentrerà il Psc, non sarà quello di servire l’espansione edilizia, bensì quello di servire le aree produttive ed artigianali di nuova previsione, senza mai influenzare il traffico a servizio della residenza; la bozza di Piano evidenzia già come gli interventi in esso previsti tendano a consentire una maggiore integrazione e specializzazione tra le due parti urbane; allo stato il sistema viario è caratterizzato da una strada principale (Corso Garibaldi e poi Viale dei Pini) che permette l’accesso all’edilizia circostante attraverso un tessuto viario secondario; la zona di nuova pianificazione, che è a sud di Viale dei Pini, risulta essere totalmente slegata alla prima e collegata in modo provvisorio all’asse residenziale per mezzo di strade di limitata dimensione e di ridotta capacità con notevoli ripercussioni sui flussi e sulla circolazione sei mezzi e delle persone; il nuovo Piano si pone come prioritario l’adeguamento dimensionale degli innesti di Via col Vento e Via Cava, definendo un legame diretto con Corso Garibaldi e Viale dei Pini; in prossimità della Stazione ferroviaria viene identificata un’area di deposito in previsione di un previsto ripristino del collegamento ferroviario delle Ferrovie Calabre.
L’avvio dell’iter per l’approvazione del Psc, che sperimenta fattivamente la perequazione urbanistica, per il sindaco, Giuseppe Pascuzzi, “dopo anni di attesa da parte dei soveritani, è un altro obiettivo che come amministrazione comunale abbiamo raggiunto, nonostante le difficoltà incontrate. Come si ricorderà, infatti, la precedente amministrazione comunale aveva effettuato l’affidamento dell’incarico senza che vi fosse alcuna copertura finanziaria alla quale, sin dal momento del nostro insediamento, abbiamo cercato di sopperire deliberando a fine 2012 in Consiglio comunale il pagamento dei debiti fuori bilancio ammontanti complessivamente a 111mila euro. Altro problema al quale abbiamo dovuto trovare una soluzione adeguata – aggiunge il primo cittadino - è stato quello relativo alla deliberazione, sempre da parte della precedente amministrazione, della contrazione di un mutuo con la cassa depositi e prestiti. Mutuo che, però, non era mai stato acceso per mancato completamento della relativa pratica. Da qui la determinazione del debito fuori bilancio al cui pagamento abbiamo provveduto tramite un piano pluriennale di rateizzazione”.
“Il Psc - conclude Pascuzzi - , rappresenta un momento importante per Soveria Mannelli in quanto ci consente di poter programmare l’ordinato sviluppo del territorio”.

SCHEDA PSC

Il Quadro Conoscitivo assume il significato di:
•quadro di recepimento degli indirizzi della pianificazione sovraordinata;
•quadro di recepimento degli indirizzi della strumentazione vigente;
•quadro delle risorse del territorio (ambientali, storiche, paesaggistiche, economiche e sociali)
•momento permanente per l’aggiornamento costante della conoscenza.

Il documento d’indirizzo, individua unità ambientali minime – unità di paesaggio (UP) – che, sulla base dell’utilizzo del suolo, della geomorfologia, della storia del territorio e delle trasformazioni degli insediamenti sono classificate di tipo Urbano e Rurale.
Atteso che nell’intero territorio provinciale sono presenti solamente tre grandi centri urbani – Lamezia Terme, Catanzaro e Soverato -, la maggior parte dei centri abitati ricadenti nella provincia di Catanzaro, risultano costituiti da piccoli insediamenti.
Soveria Mannelli, infatti, ha caratteristiche più vicine al tipo rurale che a quello urbano, per condizioni fisiche e morfologiche, mentre la conservazione del paesaggio rurale tipico ed originario, di accettabili livelli di biodiversità è spesso in antagonismo con le esigenze delle moderne tecniche colturali. A ciò bisogna aggiungere che le relative caratteristiche insediative tendono ad assumere caratteri residenziali con forme di abbandono e riuso con contestuale degradazione del paesaggio rurale originario.

Tra le aree di notevole interesse naturalistico il Ptcp annovera quelle del costituendo Parco regionale dei Monti Reventino Mancuso.
All’interno di tale aree di reperimento del futuro Parco Regionale, valgono le finalità e le norme di salvaguardia previste all’art. 31 delle Nta del Ptcp.
Per tali aree il Ptcp individua una procedura di copianificazione che possa condurre alla istituzione del Parco.
Per le strategie di maggiore rilevanza inerenti il sistema della mobilità che interessa il Comune di Soveria Mannelli, si segnala il potenziamento già in atto della SP Medio Savuto–Marcellinara all’interno del completamento più generale della rete disegnata dalle opere di infrastrutturazione esistenti e previste nel Piano Regionale dei Trasporti.
Questa è stata parzialmente realizzata ma non ancora completata.
E’ ritenuta necessaria e strategica per collegare le aree interne (Soveria Mannelli, Decollatura, Serrastretta, Carlopoli, San Pietro Apostolo, Cicala, Miglierina, Tiriolo e Amato) alla S.S. 280 e alla ferrovia Catanzaro-Lamezia in prossimità della stazione di Marcellinara.

L’impostazione del Psc di Soveria Mannelli si fonda sull’individuazione degli Ambiti Territoriali Unitari:
1. Ambito a carattere storico;
2. Ambito urbano consolidato e di completamento;
3. Ambito per nuovi insediamenti residenziali;
4. Ambito per nuovi insediamenti produttivi;
5. Ambito dei servizi territoriali;
6. Ambito di tutela del verde urbano e periurbano;
7. Ambito di tutela del territorio boscato;

Il sistema insediativo storico comprende l’insieme dei nuclei storici e degli edifici di valore storico architettonico e/o interesse culturale e testimoniale.
Il Psc individua per tale sistema insediativo specifiche modalità di attuazione che prevedono, in linea di massima, azioni tese alla riqualificazione e valorizzazione del patrimonio edilizio ed urbanistico esistente.
Il tessuto storico risulta localizzato in più parti del Comune ed in particolare a:
- Mannelli Centro e Bassa;
- C.da Maraschi;
- C.da Colosimelli
- C.da San Tommaso;
- Frazione di Pirillo Soprano e Pirainetto;
- Frazione di Colla.
Mentre per le prime due aree si parla di tessuto storico urbano, nelle restati parti si fa riferimento ad insediamenti di carattere rurale.
Dalla lettura della precedente tabella risulta  evidente che:
-    il piano non prevede ambito per nuovi insediamenti nelle aree ritenute fattibili con gravi limitazioni (classe 4), ed anche per quanto riguarda la classe 3 (fattibilità con consistenti limitazioni);
-    poche risultano le aree di nuova previsione insediativa (circa il 13%). Questo poiché si è ritenuto prioritario evitare interventi edilizi la dove le condizioni geomorfologiche risultano estremamente limitative, soprattutto in presenza di aree a rischio idraulico elevato definiti dal Pai.
Una considerazione a parte riguardano gli ambiti a carattere storico e gli ambiti urbani consolidati in quanto sono frutto di precedenti previsioni urbanistiche e di preesistenze stratificate nel territorio che comportano, in alcuni casi, solo interventi di recupero e riqualificazione urbanistica ed edilizia (art. 31 della L. 457/1978) ed adeguamento sismico.
Per quanto attiene gli ambiti per nuovi insediamenti produttivi, questi sono principalmente localizzati su aree con classe di fattibilità 2 e 3.
Al fine di definire la compatibilità del presente piano rispetto alla componente Agricola e Forestale si è redatto un elaborato grafico che consente di visualizzare, in sovrapposizione, gli ambiti unitari previsti e l’uso reale del suolo.
Per una più agevole descrizione si farà riferimento a tre aree omogenee per caratteristiche agricolo-forestali (vedi relazione Agro-pedologica), quali:
•Territori boscati e ambienti semi-naturali (di alto valore agricolo, ambientale e paesaggistico);
•Territori agricoli di collina e pianura ad alta vocazione agricola;
•Aree di alto valore naturale ed ambientale (elementi di rete ecologica).
La prima area si estende sul territorio posto a nord e a sud –est del territorio comunale caratterizzata da:
•Terreni molto vocati per coltivazione di piante arboree.
•Terreni con elevata diffusione di piantagioni tipiche quale castagneti, frutteti tradizionale, pascoli .
•Presenza di boschi costituiti da piante forestali tipiche dell’ambiente montano silano (bosco tradizionale, bosco di querce, bosco di conifere, pascolo cespugliato, ecc.).
•Alto valore ambientale e paesaggistico.
Su tali aree il presente Psc non prevede ambiti unitari che comportano nuova edificazione sia abitativa che produttiva.
La redazione del Psc costituisce uno strumento di pianificazione territoriale indispensabile per individuare e programmare anche il territorio agricolo e forestale secondo le specifiche potenzialità di sviluppo, sulla base di una relazione agro-pedologica, di uso dei suoli ed annessi allegati cartografici.
Lo strumento urbanistico in questione contiene pertanto le linee di sviluppo del territorio comunale di Soveria Mannelli, soprattutto delle aree agro-forestali, che solitamente nel passato venivano trascurate e marginalizzate.

 Lamezia, Wanda Ferro chiede a Salvini di potenziare il commissariato cittadino

Lamezia, Wanda Ferro chiede a...

Lamezia Terme, 16 agosto 2018 -  "In politica i simboli hanno il loro valore, per questo ritengo la visita del ministro dell'Interno Salvini a San...

Ospedale Lamezia, fuoriuscita melma e discarica di rifiuti. Denuncia del Comitato malati cronici e Italia Nostra

Ospedale Lamezia, fuoriuscita melma e...

Lamezia Terme, 16 agosto 2018 - "Ospedale di Lamezia Terme:16 agosto 2018.Il giardino dell'ospedale anziché essere colorato di fiori è invaso dalla fuoriuscita di melma...

Lamezia, controlli straordinari della Polizia locale: patenti ritirate e verbali per guida in stato ebbrezza

Lamezia, controlli straordinari della Polizia...

Lamezia Terme, 14 agosto 2018 - La Polizia locale lametina anche e soprattutto in queste giornate di esodo agostane tiene la guardia alta in materia...

Lamezia, ruba portafoglio: 40enne identificato dalla polizia

Lamezia, ruba portafoglio: 40enne identificato...

Lamezia Terme, 14 agosto 2018 - Personale del commissariato della Polizia di Stato di Lamezia Terme ha identificato l’autore di un furto avvenuto all’interno di...

Lamezia, incidente stradale in via Perugini: un ferito

Lamezia, incidente stradale in via...

Lamezia Terme, 13 agosto 2018 - Incidente oggi pomeriggio a Lamezia Teme in via Perugini dove si è verificato uno scontro tra una vettura Renault...

Lamezia, Cinquestelle: ecco cinque punti da sottoscrivere in vista delle prossime elezioni comunali

Lamezia, Cinquestelle: ecco cinque punti...

Lamezia Terme, 13 agosto 2018 - "A distanza di più di tre anni dalle ultime elezioni comunali e con un altro, il terzo, scioglimento per...

Calabria, Pileggi (Amici della Terra): risorse marine, un patrimonio costiero da tutelare e valorizzare

Calabria, Pileggi (Amici della Terra):...

Lamezia Terme, 13 agosto 2018 - I recentissimi episodi di mare sporco sui litorali dello Jonio e del Tirreno cosentino e anche per pochi giorni in...

Calabria, nasce la Scuola di Protezione civile regionale

Calabria, nasce la Scuola di...

Catanzaro, 12 agosto 2018 - La Protezione civile calabrese diventa sistema. La Giunta regionale, infatti, presieduta da Mario Oliverio, nella sua ultima riunione ha approvato...

CITTA'

Lamezia, Wanda Ferro chie...

16 Agosto 2018
 Lamezia, Wanda Ferro chiede a Salvini di potenziare il commissariato cittadino

Lamezia Terme, 16 agosto 2018 -  "In politica i simboli hanno il loro valore, per questo riteng...

LAMETINO

Conflenti, a San Mazzeo l...

10 Agosto 2018
Conflenti, a San Mazzeo la Festa del Volontariato

Conflenti, 10 agosto 2018 - Anche quest’anno, il 12 agosto dalle ore 9,30, i Volontari dell’associaz...

CALABRIA

Calabria, Pileggi (Amici...

13 Agosto 2018
Calabria, Pileggi (Amici della Terra): risorse marine, un patrimonio costiero da tutelare e valorizzare

Lamezia Terme, 13 agosto 2018 - I recentissimi episodi di mare sporco sui litorali dello Jonio...

SPORT

Lamezia, dal Comune rassi...

22 Giugno 2018
Lamezia, dal Comune rassicurazioni su affidamento diretto lavori palazzetto via  Marconi

Lamezia Terme, 22 giugno 2018 - Esiti positivi in merito all'apertura del palazzetto dello sport di...

contatti logo

Copyright 2017 © LAMEZIA TERME NEWS
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Lamezia Terme (Cz)
Reg. Stampa n° 7/10 del 3.12.2010
Direttore responsabile: Antonio Cannone
Editore: Asd Violetta Club - PI: 02148570795

logo amp

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}