Domenica, 12 Luglio 2020
Benincasa_Teresa4Lamezia Terme, 25 novembre 2011 -  Riceviamo e pubblichiamo. La città non è al sicuro. La politica è un’officina di bugie dettate per coprire le sue mancanze. La società non gode di uno spettacolo che possa dare soddisfazione né gioia. Ci sono accapigliamenti quotidiani anche da persone che non ti aspetti che si acciuffano con reciproca arroganza e colpi bassi. Ci sono tecnici e collaboratori nervosi perché hanno interessi da tutelare stando zitti e facendo in fretta. Ci sono cittadini inascoltati e senza voce. E ci siamo anche noi, consiglieri che vorrebbero rappresentare la città al di fuori della schermaglia, e sono affranti. Ci riconosciamo dentro e fuori i luoghi comuni guardandoci negli occhi. Qualcosa di poco propizio, nostro malgrado, sta attraversando l’amministrazione. Qualcosa che sta togliendo il respiro alla politica e rischia di imbavagliare la città ancora una volta.  Osservo le difficoltà del sindaco e senza una ragione valida provo verso di lui un dispiacere. Non ha compreso che ci sono persone che fanno politica sana e lui da sindaco avrebbe il dovere di ascoltarli. Ci sono persone a destra e a sinistra impegnate davvero per la città e lui non vuole comprenderlo. Politicamente sono indicative le dimissioni dalla Giunta di un assessore tridimensionale come Tano Grasso. Da giornalista davanti alla matassa intricata ho sempre usato la logica e le dimissioni di Tano, per il modo in cui sono state mostrate, sono il filo di un colpo di scena deciso da chi anticipa quello che sta per diventare un destino obbligato. Forse ricevendo segnali negativi ha costruito per sé e il suo gruppo la via d’uscita da un inglorioso epilogo. In Italia possono restare senza benzina e senza tutela le macchine dei magistrati e delle forze dell’ordine, ma chi gestisce da vent’anni il Fondo per le vittime del racket non può restare senza scorta. Non sono interessata all’esistenza di Tano Grasso che sembra cavarsela da campione. Ho la fortuna di avere ricevuto dalla mia famiglia insegnamenti essenziali per capire che quello che conta nella vita è amare e guardare avanti.  E in politica, da consigliere comunale, ho avuto la medesima lezione: quello che condanna Lamezia e rischia di travolgere il suo futuro è l’odio, il fatto di essere votata su un progetto politico senza amore, con orizzonti mascherati,  aggrovigliato da veleni e vendette, senza verità. Un vero inferno in cui la frattura più pericolosa è quella che separa la consapevolezza dei cittadini dalla possibilità di scegliere;  è quello che confonde il bene dal male disunendo il dire dal fare;  è quello che sovverte il ruolo delle istituzioni, scoraggiando la partecipazione civile e aumentando la distanza della società dalla politica.
La crociera iniziata nel 2006 tessendo maggioranze tecniche su obiettivi politicamente scorretti  volge al suo naturale declino.  Non so se il sindaco se la sente. La città ha bisogno di conoscere la verità, di cambiare la rotta e lui deve decidere con tutta onestà se gettare a mare la speranza dei cittadini o la cattiva fede di quegli intoccabili che stanno ipotecando il futuro sostenibile della nostra città.  Ci sono leggi dettati dalla misura che non possono essere delegati sempre alle procure. Per costruire un futuro da cristiani bisogna agire dando forza ai più deboli. Vorrei dirle che bisogna essere innamorati profondamente di questa terra per avere il coraggio di odiare i suoi errori. La mia esperienza con la sua amministrazione è costellata da scontri ma personalmente e politicamente mi sono scontrata con alcune posizioni nella misura in cui ho lottato per cambiarle, senza riuscirci. Senza l’amore che ho non avrei mai avuto il coraggio di odiare le cose con le quali mi sono scontrata. Sento la politica nel cuore. Provo dispiacere profondo ma non solitudine. Perché siamo molti ad avere compreso che è l’assenza o la parvenza di politica ad essere la condizione più fragile per l’avvenire di Lamezia. Solo la partecipazione consapevole della società riuscirà a riportare la politica sui binari del bene comune. Nel frattempo il sindaco compia il suo dovere e provveda a garantire i diritti dei cittadini inibendo le speculazioni dei piani superiori. Fino a quando si serve un’ideologia si può essere scusabili. Dia un segnale il sindaco assumendosi le sue responsabilità davanti alla crisi della sua amministrazione, adoperando il buon senso del padre di famiglia per evitare che lo “sfasciume pendulo sul mare”, a Lamezia sia anche quello morale. Avanti ciascuno con animo e coraggio.

Teresa Benincasa
consigliere comunale
Lamezia Terme

Coronavirus, in Calabria oggi due casi positivi

Coronavirus, in Calabria oggi due...

Catanzaro, 11 luglio 2020 - In Calabria ad oggi sono stati effettuati 102.441 tamponi.Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.188 (+2 rispetto a ieri),...

Lamezia, Piccioni: da oltre un mese dalla Santelli nessuna risposta sugli stagionali dell’aeroporto

Lamezia, Piccioni: da oltre un...

Lamezia Terme, 11 luglio 2020 - "Oltre un mese e neppure un minimo segnale di risposta dalla Regione! Oltre trenta giorni di inaccettabile silenzio per la...

Lamezia, maltrattamenti in famiglia: 70enne allontanato da casa

Lamezia, maltrattamenti in famiglia: 70enne...

Lamezia Terme, 11 luglio 2020 - Vessazioni, umiliazioni, aggressioni verbali e fisiche subite per anni da una moglie, che ha sopportato tutto questo per un...

Coronavirus, oggi un caso positivo in Calabria

Coronavirus, oggi un caso positivo...

Catanzaro, 10 luglio 2020 - In Calabria ad oggi sono stati effettuati 101.548 tamponi.Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.186 (+1 rispetto a ieri),...

Lamezia, volontari puliscono aree pubbliche quartiere Savutano

Lamezia, volontari puliscono aree pubbliche...

Lamezia Terme, 10 luglio 2020 - Continua l'opera di pulitura spontanea del proprio quartiere da parte dei cittadini di Savutano a Lamezia Terme. Riunitisi, ancora una...

Comune Lamezia, sindacati contro Regolamento sulle performance

Comune Lamezia, sindacati contro Regolamento...

Lamezia Terme, 10 luglio 2020 - "Il Regolamento di misurazione e valutazione della performance, approvato con delibera di Giunta comunale N. 201 del 03.07.2020, evidentemente...

Lamezia, lotta al caporalato. Fermato dalla polizia 53enne bulgaro: trasportava braccianti ad Amantea

Lamezia, lotta al caporalato. Fermato...

Lamezia Terme, 9 luglio 2020 - I poliziotti della Digos della questura di Catanzaro hanno proceduto a notificare al cittadino di origine bulgara, K.V. di...

Coronavirus, dal bollettino regionale della Calabria: oggi zero contagi

Coronavirus, dal bollettino regionale della...

Catanzaro, 9 luglio 2020 - In Calabria ad oggi sono stati effettuati 100.551 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.185 (+0 rispetto a...

CITTA'

Lamezia, Piccioni: da olt...

11 Luglio 2020
Lamezia, Piccioni: da oltre un mese dalla Santelli nessuna risposta sugli stagionali dell’aeroporto

Lamezia Terme, 11 luglio 2020 - "Oltre un mese e neppure un minimo segnale di risposta dalla Re...

LAMETINO

Gizzeria, verso il comple...

01 Luglio 2020
Gizzeria, verso il completamento dell’edificio scolastico

Gizzeria, 1 luglio 2020 - "Prosegue spedito ed a pieno ritmo l’impegno dell’amministrazione comunale...

CALABRIA

Coronavirus, in Calabria...

11 Luglio 2020
Coronavirus, in Calabria oggi due casi positivi

Catanzaro, 11 luglio 2020 - In Calabria ad oggi sono stati effettuati 102.441 tamponi.Le persone ris...

SPORT

Vigor Lamezia, positivo i...

02 Luglio 2020
Vigor Lamezia, positivo incontro tra Saladini e associazione dei tifosi

Lamezia Terme, 2 luglio 2020 - Si è svolto in un clima cordiale e di forte collaborazione l’incontro...

contatti logo

Copyright 2020 © LAMEZIA TERME NEWS
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Lamezia Terme
Reg. Stampa n° 7/10 del 3.12.2010
Editore: Asd Violetta Club - PI: 02148570795

logo amp

Web By ALGOSTREAM