Mercoledì, 25 Novembre 2020

Fratelli d'Italia Lamezia

  • Campo Rom Lamezia100Lamezia Terme, 30 marzo 2016 - "A  quasi 10 mesi dall’insediamento della giunta di Lamezia Terme, Fratelli d’Italia chiede all’Amministrazione comunale di fare chiarezza sulla situazione nella quale versano i nuclei familiari Rom stanziati in  località Scordovillo".

  • Fratelli dItalia AN logoLamezia Terme, 25 novembre 2015 - Riceviamo e pubblichiamo. A pochi giorni dalla decisione del Tar della Calabria che, accogliendo in parte il ricorso avverso il verbale di proclamazione degli eletti e circa l’annullamento delle operazioni elettorali svolte in 27 sezioni su 78 in occasione delle elezioni di maggio scorso per il rinnovo del Consiglio comunale di Lamezia Terme, ha ordinato al prefetto di Catanzaro, nel termine di 60 giorni, una nuova verifica delle operazioni di voto in 16 sezioni, rinviando la causa all’udienza del 9 marzo ed in attesa che venga fatta chiarezza dal prefetto circa la regolarità della scorsa tornata elettorale, numerosi sono gli interrogativi che i cittadini si pongono  sul futuro del civico consesso e di conseguenza sulle sorti del nostro Comune.

  • Fratelli dItalia AN logoLamezia Terme, 13 aprile 2016 - "Fratelli d’Italia, interviene in merito agli ultimi eventi di protesta effettuati dagli immigrati in città, che hanno creato disservizi alla circolazione ed ai residenti". E' quanto recita una nota del coordinamento cittadino di Frateli d'Italia.

  • Ospedale Lamezia LTNLamezia Terme, 21 maggio 2016 - Riceviamo e pubblichiamo. Replichiamo all’avvocato Panedigrano, evidenziando quanto segue.In primo luogo si evidenzia che Fratelli d’Italia non è dedita a fare minestroni, ma è impegnata da sempre in un’azione politica coerente e forte sul territorio, con uomini e donne seri che ogni giorno si adoperano per cercare di dare il loro contributo fattivo nel rilancio di questo comprensorio dilaniato da innumerevoli problematiche.

  • Centrale biomasse Cutro protestaLamezia Terme, 7 dicembre 2015 - "L’ambiente in cui viviamo è responsabile di diverse patologie di cui l’uomo soffre e che negli ultimi decenni sono aumentate in maniera significativa per gli inquinanti presenti nell’acqua,nell’aria,nel suolo e di conseguenza negli alimenti". Così, Teresa Vescio e Maurizio Davoli,responsabili Dipartimento cittadino Ambiente e agricoltura di Fratelli d’Italia.

  • Fratelli dItalia AN logoLamezia Terme, 22 aprile 2016 - "Negli ultimi giorni la polizia locale di Lamezia Terme ha reso noto di aver avviato operazioni di controllo sugli obblighi dei conduttori di cani e di aver applicato le sanzioni adeguate". In merito alla vicenda interviene Teresa Vescio responsabile del dipartimento ambiente e agricoltura di Fratelli d'Italia.

  • Materazzo CesareLamezia Terme, 26 settembre 2015 -  "Si rende noto che il coordinamento cittadino di Fratelli d’Italia, ha nominato al suo interno l’avvocato Cesare Materasso quale proprio responsabile della comunicazione, organizzazione, rapporti con gli Enti e con i partiti". E' quanto riporta una dichiarazione a firma del Coordinamento cittadino di Fratelli d’Italia Lamezia Terme.

  • cane randagio uccisoLamezia Terme, 18 dicembre 2015 - "In merito ai casi di maltrattamenti e uccisione volontaria di animali che ormai da tempo si ripetono a Lamezia Terme, non ultimo quello che questa mattina è avvenuto a Sant’Eufemia - dichiara Teresa Vescio responsabile dipartimento ambiente e agricoltura di Fratelli d'Italia - non si può più rimanere indifferenti di fronte all’uccisione che determinati soggetti attualmente ignoti compiono nei confronti di animali randagi.

  • cani avvelenati2Lamezia Terme, 19 gennaio 2016 - "Aumentano i casi di avvelenamento di cani sia randagi che di proprietà". Sulla questione interviene Teresa Vescio, una delle responsabili del dipartimento ambiente e agricoltura di Fratelli d'Italia. "Mentre in molti comuni d’Italia si festeggiano gli animali il 17 gennaio, giorno in cui ricorre la celebrazione di Sant’Antonio Abate, protettore degli animali - prosegue la nota di Vescio - continuano gli avvelenamenti in città, numerose sono le segnalazioni pervenute nelle ultime settimane. Nessuno dovrebbe tollerare che vengano inflitte agli animali delle sofferenze e neppure declinare le proprie responsabilità.