Martedì, 07 Aprile 2020

Pianopoli vedutaPianopoli, 22 gennaio 2020 - “Parto in casa a Pianopoli. Una scelta, nessuna emergenza o la paura di non arrivare  in tempo in ospedale. Lo scorso 19 gennaio è nata una bimba a casa sua: S. e S. hanno scelto la casa come luogo per accogliere la loro piccola convinti che questa scelta rispetti la fisiologia della donna e del neonato. S. è stata assistita da due ostetriche professioniste, a cui ha fatto seguito l’intervento di un pediatra che ha immediatamente valutato le condizioni fisiche della piccola”.

Ad annunciarlo la dottoressa Silvia Puntillo, ostetrica e membro dell’associazione “Dall’Ostetrica” che ha assistito questa nascita insieme alla collega Rosa Campobasso (entrambe professioniste del gruppo Roel: Ostetriche a domicilio), il dottor Ernesto Saullo, pediatra e direttore scientifico dell’Associazione Effra. “Per quanto questa scelta possa sembrare sconsiderata e pericolosa, il parto in casa - affermano Lucia Puntillo, Rosa Campobasso ed Ernesto Saullo - è una alternativa sicura per donne selezionate e  riduce gli interventi medici inutili su donne e bambini sani (episiotomia, accelerazione del parto, ecc.). Per donne selezionate si intende quelle definite “a basso rischio” (cioè arrivate a termine di gravidanza in buona salute), con questo tipo di selezione delle gravidanze la probabilità che avvenga un’emergenza è estremamente rara ed è sovrapponibile ad altri eventi di vita (ad esempio un viaggio, ecc.) fermo restando che l’assistenza garantita da personale qualificato e formato per il parto a domicilio permette di riconoscere e di intervenire anche in situazioni di emergenza”. Il diritto di scegliere il luogo del parto per le famiglie rappresenta un percorso iniziato nel 2014 in Calabria dalle associazioni “Dall’Ostetrica” e “Infanzia e Adolescenza G. Rodari”. Le associazioni hanno ascoltato le donne e questa apertura ha portato alla realizzazione della proposta di legge regionale n.240/10^ che testimonia quanto sia importante per le madri poter scegliere.“Nel percorso di promozione di una legge che in molti paesi d’Europa è già realtà – ha spiegato Monica Zinno, presidente dell’associazione Infanzia e Adolescenza “Gianni Rodari” – così come in alcune regioni d’Italia, riteniamo sia un passo obbligato per avvicinare la nostra regione agli standard di quelle più all’avanguardia colmando il gap che, a volte, si crea nell’ambito delle politiche sociali e sanitarie”.“L’Italia è divisa in due, con il diritto di scelta assicurato al centro-nord e praticamente negato al centro-sud. Inoltre, il parto in casa è in grado di garantire maggiore soddisfazione nella donna e promuovere il benessere materno-infantile. Approvare la legge – sottolineano Puntillo, Campobasso, Saullo - permetterà alle donne libertà di scelta del luogo del parto, garantendo loro il rimborso del parto domiciliare e l’attivazione della comunicazione con l’ospedale più vicino, per un raccordo tra figure di assistenza in casa e personale ospedaliero in caso di eventuale necessità”.“L’impegno dell’associazione Dall’Ostetrica - dichiara la presidente Mimma Mignuoli - è quello di lavorare con le donne e per le donne per un’informazione libera e consapevole dettata solo da studi scientifici e linee guida, ma è anche quello di lavorare con le ostetriche per promuovere formazione continua tendente a recuperare l'arte Ostetrica”.La nascita è una parte cosi integrante della vita, così normale, che le scelte che le stanno intorno vengono spesso relegate a casualità.Pianopoli, 22 gennaio 2020 - “Parto in casa a Pianopoli. Una scelta, nessuna emergenza o la paura di non arrivare  in tempo in ospedale. Lo scorso 19 gennaio è nata una bimba a casa sua: S. e S. hanno scelto la casa come luogo per accogliere la loro piccola convinti che questa scelta rispetti la fisiologia della donna e del neonato. S. è stata assistita da due ostetriche professioniste, a cui ha fatto seguito l’intervento di un pediatra che ha immediatamente valutato le condizioni fisiche della piccola”. Ad annunciarlo la dottoressa Silvia Puntillo, ostetrica e membro dell’associazione “Dall’Ostetrica” che ha assistito questa nascita insieme alla collega Rosa Campobasso (entrambe professioniste del gruppo Roel: Ostetriche a domicilio), il dottor Ernesto Saullo, pediatra e direttore scientifico dell’Associazione Effra. “Per quanto questa scelta possa sembrare sconsiderata e pericolosa, il parto in casa – affermano Lucia Puntillo, Rosa Campobasso ed Ernesto Saullo - è una alternativa sicura per donne selezionate e  riduce gli interventi medici inutili su donne e bambini sani (episiotomia, accelerazione del parto, ecc.). Per donne selezionate si intende quelle definite “a basso rischio” (cioè arrivate a termine di gravidanza in buona salute), con questo tipo di selezione delle gravidanze la probabilità che avvenga un’emergenza è estremamente rara ed è sovrapponibile ad altri eventi di vita (ad esempio un viaggio, ecc.) fermo restando che l’assistenza garantita da personale qualificato e formato per il parto a domicilio permette di riconoscere e di intervenire anche in situazioni di emergenza”. Il diritto di scegliere il luogo del parto per le famiglie rappresenta un percorso iniziato nel 2014 in Calabria dalle associazioni “Dall’Ostetrica” e “Infanzia e Adolescenza G. Rodari”. Le associazioni hanno ascoltato le donne e questa apertura ha portato alla realizzazione della proposta di legge regionale n.240/10^ che testimonia quanto sia importante per le madri poter scegliere.“Nel percorso di promozione di una legge che in molti paesi d’Europa è già realtà – ha spiegato Monica Zinno, presidente dell’associazione Infanzia e Adolescenza “Gianni Rodari” – così come in alcune regioni d’Italia, riteniamo sia un passo obbligato per avvicinare la nostra regione agli standard di quelle più all’avanguardia colmando il gap che, a volte, si crea nell’ambito delle politiche sociali e sanitarie”.“L’Italia è divisa in due, con il diritto di scelta assicurato al centro-nord e praticamente negato al centro-sud. Inoltre, il parto in casa è in grado di garantire maggiore soddisfazione nella donna e promuovere il benessere materno-infantile. Approvare la legge – sottolineano Puntillo, Campobasso, Saullo - permetterà alle donne libertà di scelta del luogo del parto, garantendo loro il rimborso del parto domiciliare e l’attivazione della comunicazione con l’ospedale più vicino, per un raccordo tra figure di assistenza in casa e personale ospedaliero in caso di eventuale necessità”.“L’impegno dell’associazione Dall’Ostetrica - dichiara la presidente Mimma Mignuoli - è quello di lavorare con le donne e per le donne per un’informazione libera e consapevole dettata solo da studi scientifici e linee guida, ma è anche quello di lavorare con le ostetriche per promuovere formazione continua tendente a recuperare l'arte Ostetrica”.La nascita è una parte cosi integrante della vita, così normale, che le scelte che le stanno intorno vengono spesso relegate a casualità.

Lamezia, la Polizia sventa due tentativi di furto

Lamezia, la Polizia sventa due...

Lamezia Terme, 6 aprile 2020 - Nell’ambito dei disposti servizi di controllo del territorio, nella notte del 2 aprile agenti della Polizia di Stato appartenenti...

Coronavirus, salgono a 817 i positivi in Calabria. Più 22 rispetto a ieri

Coronavirus, salgono a 817 i...

Catanzaro, 6 aprile 2020 - In Calabria ad oggi sono stati effettuati 12.133 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 817 (+22 rispetto a...

Lamezia, Rifondazione comunista: mettere in sicurezza l'ospedale e chi ci lavora

Lamezia, Rifondazione comunista: mettere in...

Lamezia Terme, 6 aprile 2020 - "Il 14 marzo scorso fu annunciata, con grande enfasi, la costituzione, nel nostro ospedale, di una Task Force, delegata...

Coronavirus, in aumento i positivi: ad oggi in Calabria 795. Più 24 rispetto a ieri

Coronavirus, in aumento i positivi:...

Catanzaro, 5 aprile 2020 - In Calabria ad oggi sono stati effettuati 11.537 tamponi.Le persone risultate positive al Coronavirus sono 795 (+54 rispetto a ieri),...

Lamezia, controlli dei carabinieri: al campo Rom scoperta auto rubata. Sanzioni per violazione decreto Coronavirus

Lamezia, controlli dei carabinieri: al...

Lamezia Terme, 5 aprile 2020 - Continuano incessanti anche in questa domenica di festa i servizi predisposti dall’Arma dei carabinieri finalizzati alla verifica del rispetto...

Lamezia, celebrazione del vescovo nella Domenica delle Palme: Gesù è in agonia con quanti soffrono in questa pandemia

Lamezia, celebrazione del vescovo nella...

Lamezia Terme, 5 aprile 2020 - “L’ agonia di Gesù è l’agonia di tutti i nostri fratelli e sorelle. Il Signore è in agonia con...

Lamezia, Iannazzo ai domiciliari diventa un "caso": j'accuse di Lega e Cinquestelle

Lamezia, Iannazzo ai domiciliari diventa...

Lamezia Terme, 4 aprile 2020 - La decisione della Corte d’Appello di Catanzaro di concedere gli arresti domiciliari a Vincenzino Iannazzo detto "il moretto", presunto capo...

Lamezia, prosegue iniziativa Ordine avvocati e Camera penale "Insieme si può" per l'ospedale cittadino

Lamezia, prosegue iniziativa Ordine avvocati...

Lamezia Terme, 4 aprile 2020 - Prosegue incessante l'iniziativa benefica fortemente voluta dall'Ordine degli avvocati e dalla Camera penale di Lamezia Terme, con il patrocinio...

CITTA'

Lamezia, la Polizia svent...

06 Aprile 2020
Lamezia, la Polizia sventa due tentativi di furto

Lamezia Terme, 6 aprile 2020 - Nell’ambito dei disposti servizi di controllo del territorio, nella n...

LAMETINO

A Conflenti sindaco e Gru...

14 Marzo 2020
A Conflenti sindaco e Gruppo Protezione civile predispongono misure per l'emergenza Coronavirus

Conflenti, 14 marzo 2020 - "Nel tardo pomeriggio di ieri si è tenuta una riunione, in video conferen...

CALABRIA

Coronavirus, salgono a 81...

06 Aprile 2020
Coronavirus, salgono a 817 i positivi in Calabria. Più 22 rispetto a ieri

Catanzaro, 6 aprile 2020 - In Calabria ad oggi sono stati effettuati 12.133 tamponi. Le persone risu...

SPORT

Calcio, Gatto (Cosenza Un...

15 Marzo 2020
Calcio, Gatto (Cosenza Under 17): contro il virus serve gioco di squadra. Restiamo a casa

Lamezia Terme, 15 marzo 2020 - “Un semplice pensiero per i tanti ragazzi”, così il lametino Ant...

contatti logo

Copyright 2020 © LAMEZIA TERME NEWS
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Lamezia Terme
Reg. Stampa n° 7/10 del 3.12.2010
Editore: Asd Violetta Club - PI: 02148570795

logo amp

Web By ALGOSTREAM