Martedì, 25 Giugno 2019

Comune 300Lamezia Terme, 11 aprile 2019 - C'era molta attesa per la decisione in merito alla vicenda che riguarda lo scioglimento del Comune di Lamezia Terme per mafia. Il Consiglio di Stato, nella seduta di oggi, ha accolto la sospensiva del 23 marzo chiesta dall’Avvocatura avverso la sentenza del Tar. Al Comune, dunque, rimane la commissione straordinaria.

"Non saranno ingiusti provvedimenti giudiziari - ha commentato dalla sua pagina Facebook, l'ex sindaco Paolo Mascaro - a fermare il mio amore per Lamezia ed il mio desiderio di cambiare un sistema intrappolato da logiche perverse. Continuerò a combattere per far trionfare la giustizia, continuerò a combattere per difendere un territorio massacrato dall’ignavia e dalla codardia. Continuerò comunque a credere nella giustizia ed a credere nella possibilità di trasformare un sistema ingiusto che calpesta democrazia e diritti".

La motivazione dell’odierna decisione dei giudici del Consiglio di Stato

“Considerato in sede di prima delibazione propria della fase cautelare, che la perdita di efficacia del termine di 18 mesi previsti dal comma 10 dell'art. 143 del d.lgs. n. 267 del 2000 presuppone, stante la ratio allo stesso sottesa, la sua integrale utilizzazione da parte dell’Organo straordinario prefettizio, con la conseguenza che l’interruzione di detto termine per effetto del reinsediamento degli Organi elettivo ne comporta la sospensione; che lo scioglimento del Consiglio comunale per infiltrazioni mafiose, ai sensi dell'art. 143 del d.lgs. n. 267 del 2000, non ha natura di provvedimento di tipo sanzionatorio, ma preventivo, con la conseguenza che, ai fini della sua adozione è sufficiente la presenza di elementi che consentano di individuare la sussistenza di un rapporto tra l'organizzazione mafiosa e gli amministratori dell'ente considerato infiltrato (Cons. Stato, sez. III, 19 febbraio 2019, n. 1165); Considerato che l'art. 143 del d.lgs. n. 267 del 2000, al comma 1 richiede che la predetta situazione sia resa significativa da elementi "concreti, univoci e rilevanti", che assumano valenza tale da determinare "un'alterazione del procedimento di formazione della volontà degli organi amministrativi e da compromettere l'imparzialità delle amministrazioni comunali e provinciali"; Considerato che le vicende, che costituiscono il presupposto del provvedimento di scioglimento di un Consiglio comunale, devono essere considerate nel loro insieme, e non atomisticamente, e risultare idonee a delineare, con una ragionevole ricostruzione, il quadro complessivo del condizionamento mafioso"; che assumono quindi rilievo situazioni non traducibili in episodici addebiti personali ma tali da rendere, nel loro insieme, plausibile, nella concreta realtà contingente e in base ai dati dell'esperienza, l'ipotesi di una soggezione degli amministratori locali alla criminalità organizzata (vincoli di parentela o affinità, rapporti di amicizia o di affari, frequentazioni), e ciò anche quando il valore indiziario degli elementi raccolti non è sufficiente per l'avvio dell'azione penale o per l'adozione di misure individuali di prevenzione; in sede di prima valutazione propria della fase cautelare, che il Tar non sembra aver fatto buon governo di detti principi in considerazione dei fatti indicati dalla relazione ministeriale e dalla Commissione di indagine come sintomatici della contaminazione della criminalità organizzata ma non valutati, nella loro gravità e globalità, dal giudice di primo grado; Considerato infatti che sono stati sottovalutati, dal giudice di primo grado, episodi – emersi in occasione della operazione coordinata dalla Procura della Repubblica di Catanzaro del maggio 2017 che sono chiari indici sintomatici dell’infiltrazione della criminalità organizzata nelle maglie dell’ordinamento dell’amministrazione del Comune di Lamezia quali il frequente affidamento delle gare alle stesse società, l’assegnazione di concessioni a soggetti privi di requisiti, la compravendita di voti finalizzata all’elezione alla tornata elettorale del maggio 2015 di un consigliere poi eletto e nominato presidente dell’organo consiliare, la posizione di un consigliere che ha un ruolo attivo nella vita amministrativa del Comune, il cui fidanzato è interessato dall’operazione di polizia giudiziaria. Considerato pertanto che la sentenza del Tar Lazio debba essere sospesa, risultando altresì necessario che il Commissariamento prosegua nella sua azione di risanamento, ciò corrispondendo ad un interesse pubblico generale di rango superiore rispetto alla pretesa, in questa sede, di reinsediamento dei disciolti organi per il periodo conclusivo della consiliatura; Ritenuto infatti che la contaminazione mafiosa sulle attività di un ente pubblico rappresenta esattamente l’opposto dei principi democratici di rappresentanza elettiva, cui pure il TAR si riferisce, forse non tenendo conto che nel procedimento ex art. 143 TUEL intervengono le massime autorità dello Stato, a dimostrazione che lo strumento in esame è il presidio avanzato proprio per la tutela della libertà di espressione democratica, allorché fondati indizi conducano al “più probabile che non” pericolo di contaminazione della mafia, la quale per sua natura rappresenta la negazione di ogni valore dello Stato di diritto; Considerato che le spese della presente fase cautelare seguono la soccombenza e che l’udienza di merito sarà fissata con separato decreto del Presidente della Sezione”.

Per questi motivi, il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Terza), accoglie l’istanza di sospensione cautelare della sentenza del Tribunale amministrativo regionale per il Lazio, sede di Roma, condanna la parte appellata costituita alle spese e gli onorari del giudizio, che liquida in € 5.000,00 (euro cinquemila) per il doppio grado di giudizio”.

 

Franco Frattini, Presidente 

Massimiliano Noccelli, Consigliere

Stefania Santoleri, Consigliere 

Giulia Ferrari, Consigliere, Estensore

Raffaello Sestini, Consigliere 

'Ndrangheta, evaso in Uruguay boss Rocco Morabito

'Ndrangheta, evaso in Uruguay boss...

Reggio Calabria, 24 giugno 2019 - Il boss della 'ndrangheta Rocco Morabito è evaso la notte scorsa insieme ad altri tre reclusi dal carcere centrale...

Lamezia, Antonio Cerasa al secondo appuntamento della rassegna "A Palazzo con lo Scrittore"

Lamezia, Antonio Cerasa al secondo...

Lamezia Terme, 24 giugno 2019 - Ancora un successo per il secondo appuntamento sabato scorso a Palazzo Saladini di Lamezia Terme per «A Palazzo con...

Crotone, sbarco di 59 migranti. fermati due scafisti

Crotone, sbarco di 59 migranti....

Crotone, 24 giugno 2019 - Una barca a vela con 59 migranti a bordo è stata soccorsa dagli uomini della Sezione operativa navale della Guardia...

Lamezia, morta la 21enne operata al naso

Lamezia, morta la 21enne operata...

Lamezia Terme, 24 giugno 2019 - E' morta la 21enne lametina Mariachiara Mete, ricoverata a Latina dopo un intervento di rinoplastica in una clinica di...

Ospedale Lamezia, D'Ippolito (M5S) replica al Coordinamento 19 Marzo: in un anno abbiamo fatto tanto. Tocca all'Asp risolvere carenze personale

Ospedale Lamezia, D'Ippolito (M5S) replica...

Lamezia Terme, 24 giugno 2019 - "Le note carenze di personale nell'ospedale di Lamezia Terme, di recente ribadite dal coordinamento civico locale 19 Marzo, devono...

Lamezia, Coordinamento sanità 19 marzo: per questa città la politica di oggi è come quella di ieri

Lamezia, Coordinamento sanità 19 marzo:...

Lamezia Terme, 23 giugno 2019 - Riceviamo e pubblichiamo. I lametini, tutti i cittadini del circondario, prestino tanta attenzione a quanto sta accadendo. Noi pretendiamo...

Ragazza lametina di 21 anni in coma dopo un intervento al naso. Ricoverata a Latina

Ragazza lametina di 21 anni...

Latina, 23 giugno 2019 - Versa in gravissime condizioni nel reparto di rianimazione dell'ospedale “Santa Maria Goretti” di Latina una ragazza di 21 anni di...

Vibo Valentia, scontro auto-camion: morti 3 giovani

Vibo Valentia, scontro auto-camion: morti...

Vibo Valentia, 23 giugno 2019 - Tre giovani sono morti questa mattina in un incidente stradale avvenuto sulla Trasversale delle Serre nel territorio di Spadola...

CITTA'

Lamezia, morta la 21enne...

24 Giugno 2019
Lamezia, morta la 21enne operata al naso

Lamezia Terme, 24 giugno 2019 - E' morta la 21enne lametina Mariachiara Mete, ricoverata a Latina do...

LAMETINO

Pianopoli e Feroleto Anti...

17 Giugno 2019
Pianopoli e Feroleto Antico, controlli a tappeto ai depuratori

Pianopoli, 17 giugno 2019 - Nell’ambito dei servizi di controllo in materia di reati ambientali peri...

CALABRIA

'Ndrangheta, evaso in Uru...

24 Giugno 2019
'Ndrangheta, evaso in Uruguay boss Rocco Morabito

Reggio Calabria, 24 giugno 2019 - Il boss della 'ndrangheta Rocco Morabito è evaso la notte scorsa i...

SPORT

Atletica, Libertas Lamezi...

21 Giugno 2019
Atletica, Libertas Lamezia sul podio a Galatro

Lamezia Terme, 21 giugno 2019 - In attesa della 5a prova del CdS Master corsa su strada che si...

contatti logo

Copyright 2018 © LAMEZIA TERME NEWS
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Lamezia Terme (Cz)
Reg. Stampa n° 7/10 del 3.12.2010
Direttore responsabile: Antonio Cannone
Editore: Asd Violetta Club - PI: 02148570795

logo amp

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}